Il CNCN con gli Scouts per i bambini del Game Fair

0

Game Fair 2011: alla scoperta del fascino della natura, tra predatori e simpatici amici.

Sarà un gioco, un modo per passare il tempo mentre i genitori sono impegnati all’interno del Game Fair 2011 (2-5 giugno – Lido di Tarquinia), ma anche un modo per imparare qualcosa di più della natura, delle sue regole e dell’equilibrio che la mantiene viva.

E’ il campo scouts del gruppo Tarquinia I dell’Associazione Italiana Guide e Scouts d’Europa Cattolici, della Federazione dello Scautismo Europeo, promosso dal Comitato Nazionale Caccia e Natura (CNCN). Nell’area messa a disposizione dalla fiera gli scouts di Tarquinia installeranno un vero e proprio campo nel quale si potrà “imparare facendo”, le attività sono rivolte in particolare a ragazzi nella fascia di età 11-15 anni ma sono previsti anche giochi per bambini più piccoli.

A cominciare da “L’Angolo dei Capi”, l’antenna con le bandiere, passando per “La scatola del Fuoco” e “Il rifugio del Minatore”,  i ragazzi che avranno voglia di cimentarsi con la natura vissuta in tutti i suoi dettagli, anche quelli meno facili ma sicuramente più veri, potranno imparare alcune tecniche di sopravvivenza come appunto l’accensione del fuoco con mezzi di fortuna e la costruzione di un rifugio nel bosco.

Le altre attività previste riguarderanno giochi con le corde come “Il passaggio alla marinara” e la “Teleferica” con tanto di imbrago e carrucola, senza dimenticare i nodi e le legature ovviamente. Infine anche nozioni dell’ormai famoso “Orienteering” con l’apprendimento dell’utilizzo della bussola e la costruzione di una meridiana per leggere l’ora. Non mancherà infine neanche il piacere di costruire, con la realizzazione di una catapulta e di “razzi ad acqua”, probabilmente i più gettonati in caso, come si spera, di giornate assolate.

L’attività sarà ludica ma anche educativa, con la consegna a tutti i partecipanti di una dispensa che raccoglierà le nozioni fondamentali che i giovani avranno potuto toccare con mano, utilizzare e sperimentare nelle ore trascorse al campo.

Il Comitato Nazionale Caccia e Natura ha voluto contribuire a realizzare al Game Fair 2011 uno spazio dedicato ai giovani, con la collaborazione di chi da sempre insegna ai ragazzi a vivere a contatto con la natura, sia per “liberare” le famiglie presenti sul lido di Tarquinia da esigenze a volte molto diverse sia per ricreare quella forma di educazione dal vero che troppo spesso nelle città si è ormai persa.

L’idea di “imparare facendo” è quanto di meglio si possa sperare per avvicinarsi alla natura privi di ideologie di parte, per scoprirne il fascino e i pericoli, troppo spesso dimenticati da chi vuole dare di essa un’idea da cartone animato, decisamente finta.

I giovani che vorranno trascorrere del tempo nel campo potranno quindi scoprire il delicato equilibrio ambientale che regola la vita di boschi e laghi, dove esistono sicuramente tantissimi buffi amici di tutti noi ma anche predatori che, in un modo o nell’altro, intervengono per mantenere regolare l’intero sistema.

Oltre al campo, condiviso con i Capi del Gruppo Scouts di Tarquinia, il CNCN sarà presente in fiera con uno stand nel quale si potrà ritirare materiale informativo sull’attività del sodalizio e sulle recenti indagini sociologiche commissionate, insieme a FACE Italia (Federcaccia, Anuu Migratoristi, Enalcaccia, LiberaCaccia), all’istituto Astra Ricerche.

Dai due studi è emerso il quadro dell’attività venatoria e del cacciatore in Italia decisamente diverso da quelli sin qui pubblicizzati, la ricerca sulla caccia in particolare – la più ampia e approfondita mai svolta fin qui – ha fatto emergere un dato importantissimo: la maggioranza degli italiani è a favore di una caccia responsabile e normata (quale è da trent’anni la caccia in Italia).

 

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here