Influenza aviaria, i cacciatori hanno un ruolo chiave nella difesa della salute

L'associazione comunitaria FACE ha ricordato l'importanza dei cacciatori nella sorveglianza della salute della fauna selvatica.

0
Caccia alle anatre

Influenza aviariaFACE (Federation of Associations for Hunting and Conservation ) ha diffuso una nota ufficiale per parlare dei recenti casi di influenza aviaria riscontrati in alcuni volatili. Secondo l’associazione dell’Unione Europea, i 7 milioni di cacciatori del vecchio continente hanno un ruolo fondamentale per monitorare lo stato di salute della fauna selvatica. La patologia si sta purtroppo diffondendo e gli stessi cacciatori sono stati invitati ad aumentare la sorveglianza, segnalando i casi sospetti.

Come spiegato da FACE, gli uccelli possono morire subito o mostrare alcuni problemi, in particolare difficoltà di respirazione o debolezza, mentre le anatre non mostrano alcun segno dell’influenza. Il consiglio lanciato alle organizzazioni venatorie è quello di mettere in atto i programmi di sorveglianza e informare i cacciatori sulla malattia e su come comportarsi con i volatili. Chiunque dovesse venire in contatto con gli uccelli selvatici dovrà prendere adeguate precauzioni igieniche, evitando di toccare o mangiare la selvaggina infetta.

Dopo ogni attività venatoria, inoltre, le mani dovranno essere lavate in modo molto energico, senza dimenticare di pulire i guanti e le attrezzature. Un ulteriore suggerimento da ricordare è di non mangiare, bere o fumare mentre si maneggiano gli animali. Va sottolineato come non esista alcuna prova che la caccia contribuisca alla diffusione della malattia, dunque una eventuale limitazione sarebbe grave ai fini della sorveglianza.

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here