La regione Emilia-Romagna ha rivisto le modalità della caccia alla volpe in tana

Si potrà catturare la volpe solo nel caso di salvaguardia idraulica e della popolazione. In ogni caso gli eventuali interventi saranno attuati dalla Polizia provinciale.

0
Controllo delle volpi

Caccia alla volpe in tanaLa Regione Emilia Romagna ha deciso di rivedere le proprie scelte in merito alla caccia alla volpe in tana. Ne ha parlato la celebre trasmissione televisiva di Mediaset “Le Iene”. Ecco cosa è stato scritto in proposito: “Con una seduta della giunta la Regione ha rivisto le modalità del piano di controllo per i prossimi cinque anni. Un piano che regola l’attività venatoria e autorizza l’uccisione delle volpi.

Nelle scorse settimane gli animalisti si sono mobilitati e ora grazie all’impegno di associazioni, Regione e Polizia provinciale è stata trovata la quadra. «Abbiamo trovato l’equilibrio per limitare gli interventi in tana ai soli argini dei fiumi e su indicazioni e richieste precise della Protezione civile e delle Prefetture», spiegano dalla Regione Emilia Romagna. Si potrà catturare la volpe solo nel caso di salvaguardia idraulica e della popolazione.

In ogni caso gli eventuali interventi saranno attuati dalla Polizia provinciale. Noi de Le Iene ci siamo occupati di questa pratica attraverso l’esperienza di una guardia volontaria. “La caccia alla volpe è lecita in determinati momenti dell’anno, quella che avviene tra la tarda primavera e l’inizio dell’estate non lo è affatto”, ci ha detto. “È la modalità più cruenta perché c’è un combattimento tra animali che è vietato dal codice penale”.

3/5 (2)

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here