Le proposte di Libera Caccia per migliorare il calendario venatorio 2018-2019 dell’Umbria

L'associazione ha suggerito alcune integrazioni, in particolare per quel che riguarda gli orari e la caccia in deroga a diverse specie.

0
Calendario venatorio 2018-2019 dell'Umbria

Calendario venatorio 2018-2019 dell'UmbriaLa sezione regionale umbra dell’Associazione Nazionale Libera Caccia ha proposto di integrare la bozza del calendario venatorio relativo alla stagione 2018-2019. ANLC ha chiesto, in particolare, di inserire la caccia in deroga per la tortora dal collare, il piccione, il piccione selvatico e lo storno. Tutte queste specie provocano danni importanti al settore agricolo e per l’associazione andrebbe seguito l’esempio delle regioni vicine.

La novità sarebbe un contributo fondamentale per quel che riguarda la tutela delle colture. Altro suggerimento migliorativo è quello di prelevare le quaglie in periodi adeguati, diversamente da quanto avviene ora. Per gli orari, invece, è stato chiesto di prolungare l’attività dall’albo al tramonto, evitando i limiti imposti dall’addestramento cinofilo. I miglioramenti potrebbero riguardare poi la gestione delle zone di ripopolamento e cattura, senza dimenticare una migliore regolamentazione degli appostamenti fissi in assenza di richiami.

Ogni proposta è stata avanzata in seguito a uno studio approfondito di esperti nazionali. Ora bisognerà vedere se la Regione Umbria avrà intenzione di recepire il contributo, la Libera Caccia regionale si è detta disponibile a un confronto costruttivo in sede di Consulta Regionale Venatoria, per la precisione quando verrà convocata la prossima seduta.

4.8/5 (5)

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here