L’Italia e il coronavirus, i cacciatori fanno la loro parte per la società

Il presidente nazionale di Federcaccia Massimo Buconi si è rivolto alle strutture territoriali per dettare le linee di condotta.

0
FIDC

CoronavirusIn ottemperanza al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 4 marzo 2020 recante misure sul contrasto e il contenimento sull’intero territorio nazionale del diffondersi del COVID-19, il presidente nazionale di Federcaccia Massimo Buconi si è rivolto alle strutture territoriali per dettare le linee di condotta per il perdurare dell’attuale situazione sanitaria. Di seguito il testo:

Gentili Presidenti,
in considerazione dell’emergenza sanitaria presente in Italia a causa della diffusione del COVID-19 e visto il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 4 marzo 2020 recante misure sul contrasto e il contenimento sull’intero territorio nazionale del diffondersi del virus, sono a raccomandare l’opportunità di seguire le seguenti indicazioni:

– Consentire l’apertura di tutte le sedi periferiche (regionali, provinciali, comunali) a condizione che siano organizzate nella seguente maniera:
– Consentire il mantenimento di una distanza interpersonale di almeno un metro tra gli utenti e con gli impiegati o altri addetti al ricevimento del pubblico;
– Provvedere alla pulizia delle superfici con disinfettanti a base di cloro e alcool;
– Mettere a disposizione degli operatori e del pubblico soluzioni idroalcoliche per disinfettare le mani;
– Favorire l’applicazione delle misure igienico-sanitarie previste dal Dpcm del 4 marzo 2020 (allegato 1);
– Disporre la provvisoria chiusura degli uffici, dandone tempestiva comunicazione alla sede Nazionale, nel caso in cui le condizioni di cui sopra non possano essere rispettate.

Si prega di trasmettere la presente informativa anche alle Sezioni comunali.
Si ringrazia per la collaborazione e si inviano cordiali saluti.

4.56/5 (61)

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here