Lombardia, on. Mazzali chiede a Regione proroga controllo faunistico fino al 30 maggio

In questo modo cacciatori e operatori potranno spostarsi sul territorio regionale rispettando inderogabilmente le misure di prevenzione anti contagio.

0
Mazzali

MazzaliL’onorevole Barbara Mazzali (Fratelli d’Italia), consigliere regionale della Lombardia, ha annunciato di aver scritto una lettera al governatore Attilio Fontana in merito al controllo faunistico in questo territorio per chiedere una proroga. Ecco cosa ha scritto in merito: “Ho scritto una lettera al presidente Fontana per sensibilizzarlo al problema dei cacciatori e ai rischi per il territorio, chiedendo che vengano prorogate al 30 maggio le disposizioni sul controllo faunistico e sul prelievo selettivo.

Fino al 5 marzo, e limitatamente ai giorni in cui la Regione Lombardia è classificata in zona arancione, saranno ancora valide le disposizioni dell’art. 4 dell’Ordinanza 649 (confermate dall’Ordinanza 688 del 9 dicembre 2020), in merito ad attività agricole, controllo faunistico e attività di caccia e pesca.

Nella lettera al Presidente ho chiesto che queste misure siano prorogate fino al maggio 2021 e in particolare che venga autorizzato lo svolgimento del prelievo selettivo degli ungulati e tutte le altre attività ausiliarie, complementari e connesse all’attività venatoria (come ad esempio le attività di censimento, addestramento cani e falconeria, vigilanza venatoria volontaria) e l’esecuzione dei piani di contenimento e controllo, acconsentendo che cacciatori e operatori possano spostarsi sul territorio regionale rispettando inderogabilmente le misure di prevenzione anti contagio come l’uso di mascherine e distanziamento sociale. Sono sicura che il presidente Fontana ascolterà le nostre legittime richieste, che sono necessarie anche per la salute del territorio e dell’ecosistema”.

5/5 (3)

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here