On. Maria Cristina Caretta (FdI): “Nei comprensori alpini non sono morti animali selvatici per il maltempo”

L'esponente di Fratelli d'Italia e numero uno di CONFAVI ha sottolineato come questo genere di allarmismo sia insensato.

0
Piano Nazionale del Lupo

Maria Cristina CarettaL’Onorevole Maria Cristina Caretta (Fratelli d’Italia), numero uno di CONFAVI, è intervenuta con un comunicato stampa per parlare di caccia e maltempo. I divieti di praticare l’attività venatoria, soprattutto in Veneto, a causa delle avverse condizioni meteorologiche stanno facendo molto discutere. Ecco il punto di vista dell’Onorevole Caretta: “Ad oggi nei Comprensori Alpini non sono stati segnalati decessi di animali selvatici a causa del maltempo.

La fauna selvatica molto meglio dell’uomo sa riconoscere l’avvicinarsi di fenomeni atmosferici avversi e per sua natura sa mettersi al riparo da essi, in attesa che la situazione meteo torni alla normalità. Questo è un fatto confermato da ogni zoologo di questa terra, come è un fatto che ad oggi non esistono dati oggettivi che provino un collegamento tra il maltempo che nei giorni scorsi si è abbattuto sull’Italia ed eventuali conseguenze sugli animali selvatici.

Dato però che l’oggettività è sconosciuta agli “animal-integralisti” occorre ribadire quotidianamente che una cosa sono i fatti e un’altra è la propaganda faziosa finalizzata a seminare allarmismi destituiti di ogni fondamento. D’altra parte visto che chi fa questo genere di allarmismo insensato è la stessa senatrice De Petris che vorrebbe disarmare le forze dell’ordine e mandarle a corsi di non violenza, risulta evidente che da certi pulpiti non c’è nessun interesse a confrontarsi con il mondo reale”.

5/5 (5)

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here