Scambiano la sede del softair per un capanno di cacciatori e la devastano: ricercati

Sulle pareti sono apparse scritte riconducibili al movimento "Centopercentoanimalisti" che ha però preso le distanze dall'accaduto.

0
Capanno di cacciatori

Capanno di cacciatoriUna casetta utilizzata come sede della locale associazione di softair è stata distrutta da alcuni vandali rimasti ignoti nel bosco della Moronera, a Lomazzo (provincia di Como). In base a quanto si è appreso nelle ultime ore, i responsabili della devastazione avrebbero scambiato la struttura per una associazione di cacciatori, dando sfogo ai loro discutibili istinti. Il blitz è avvenuto in orario notturno e per il momento il dito è puntato contro gli estremisti animalisti.

Il movimento Centopercentoanimalisti ha però preso le distanze da quanto avvenute, stigmatizzando il fatto. I vandali sono entrati nella casetta e hanno distrutto arredi e oggetti, lasciando sulle pareti il logo dello stesso movimento. Quest’ultimo definisce i responsabili “idioti” e “imbecilli”. Non sono mancate le devastazioni di trofei e coppe, piccoli cimeli che erano custoditi nel capanno e che sono andati in mille pezzi.

Le forze dell’ordine stanno indagando sul caso, molto probabilmente le persone che hanno fatto irruzione di notte hanno lasciato delle tracce e in questo caso il cerchio intorno a loro dovrebbe essere stretto rapidamente. Non è purtroppo la prima volta che si registrano distruzioni simili da parte degli anti-caccia, stavolta l’abbaglio è stato clamoroso e rende il gesto ancora più grave.

3/5 (2)

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here