I cacciatori crotonesi protestano contro disservizi e mancati esami venatori

La Federcaccia provinciale ha scritto una lettera alla Regione Calabria per risolvere al più presto queste situazioni.

0
Cacciatori crotonesi

Cacciatori crotonesiLa sezione provinciale di Crotone della Federazione Italiana della Caccia ha deciso di scrivere alla Regione Calabria per protestare contro i disservizi continui. L’associazione venatoria si è rivolta all’Ufficio Caccia e Pesca dell’ente locale per lamentare queste situazioni che non rendono possibile le comunicazioni con gli uffici territoriali di Crotone. Sembra che sia tutto dovuto all’assenza di linee telefoniche e interne, inoltre c’è il problema del mancato svolgimento da ormai oltre sette mesi degli esami per conseguire l’abilitazione venatoria.

Una situazione di questo tipo non può che penalizzare gli aspiranti cacciatori e l’intero settore. Federcaccia Crotone ha scritto a nome di più di 700 cacciatori che rappresentano la provincia calabrese. L’assenza di linee telefoniche appare inverosimile all’associazione, tenuto conto che siamo ormai nel 2018. L’assenza di esami, invece, è un danno serio che impedisce gli introiti per Stato, Regione, Ambiti Territoriali di Caccia e associazioni venatorie.

La sensazione è quella di un abbandono totale e di un disinteresse diffuso. Federcaccia Crotone ha ricordato come il territorio di competenza sia già abbondantemente penalizzato, ragione per cui non si può attendere oltre prima di risolvere tutte queste problematiche. Ora si attende un riscontro pronto e concreto da parte della Regione Calabria.

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here