Secondo Trofeo ArciCaccia Sardegna, prove cinofile su quaglie

L'evento, destinato ai cani da ferma, si svolgerà in contemporanea al Campionato Nazionale: sono in corso le preselezioni nelle ZAC dell'isola.

0
Calendario venatorio 2018-2019 dell'Umbria

Secondo Trofeo ArciCaccia SardegnaDopo la prima preselezione di due giorni fa, domenica 3 aprile 2016, e quella in programma il prossimo 17 aprile, sarà tutto pronto per la selezione regionale e finale amatoriale destinata ai cacciatori e prevista per il 15 maggio. Si tratta della ventiseiesima edizione del Campionato Nazionale e del Secondo Trofeo ArciCaccia Sardegna (Amatoriale Sant’Uberto). La prova è destinata ai cani da ferma, per la precisione alla due categorie “Inglesi” e “Continentali”, un doppio appuntamento su cui si sta già concentrando parecchio interesse. La preselezione di 48 ore fa era quella che riguardava il Centro-Sud e ha avuto luogo nella Zona di Addestramento Cani “Cuccuru de Sticcas” a Santa Giusta (Oristano). Fra dodici giorni, invece, ci sarà spazio per la preselezione del Centro-Nord, nello specifico nella Zona di Addestramento Cani “Badde Ghia” di Ozieri, in provincia di Sassari.

La stessa provincia sarda sarà teatro della selezione regionale finale, a La Corte. Il regolamento è presto detto. I cani che parteciperanno dovranno essere muniti di microchip e iscritti all’Anagrafe Canina. La stessa partecipazione, inoltre, è subordinata al tesseramento ArciCaccia in corso di validità; in alternativa, verrà ammesso il tesseramento CSAA (Centro Sport all’Aria Aperta) da regolarizzare sul campo di gara al costo di dieci euro. I turni avranno una durata complessiva di dieci minuti e su un massimo di due quaglie per quel che riguarda l’animale selvatico.

La prova sarà poi valutata in base alle regole stabilite da ArciCaccia-CSAA. In aggiunta, si proseguirà a oltranza fino all’esaurimento di tutti i turni. Questi appuntamenti cinofili hanno atteso “con ansia” l’inizio della primavera per lo svolgimento. Tra l’altro, non va dimenticato che c’è un’altra data da segnare sul calendario, quella del 24 aprile. Fra poco meno di tre settimane, infatti, sarà la volta della prova di lavoro per cani da seguita su lepre, una manifestazione che era prevista inizialmente per lo scorso 20 marzo, ma che è stata poi rinviata per un lutto che ha colpito il mondo della caccia a Ozieri.

Come spiegato da La Nuova Sardegna, quella delle lepri è una vera e propria novità per l’isola, qualcosa di inedito e poco diffuso. Le adesioni sono cresciute a maniera esponenziale ed è stato strategico l’apporto di partner importanti come la Federazione Italiana della Caccia, l’Arcicaccia, l’Associazione Nazionale Libera Caccia, l’Unione Cacciatori di Sardegna (UCS) e altre ancora. In poche parole, la Sardegna sarà caratterizzata da una primavera ricca di prove cinofile sul cui esito gli organizzatori tendono ad essere più che ottimisti.

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here