CACCIA: Sicilia, sulle Madonie ora è allarme per la proliferazione dei daini

Sono sempre di più, infatti, gli esemplari che invadono le campagne madonite, distruggendo tutto ciò che trovano.

0
Ravenna

SiciliaDopo l’allarme cinghiali, sulle Madonie la Coldiretti ne lancia un altro: quello dei daini. Sono sempre di più, infatti, i daini che invadono le campagne madonite, distruggendo tutto ciò che trovano. La Coldiretti Sicilia sottolinea come gli imprenditori agricoli, oltre alla difficile situazione determinata dal coronavirus, stiano vivendo anche una vera e propria tragedia causata dalla proliferazione di questi animali.

In alcune zone – sostiene Coldiretti Sicilia – i cinghiali sono stanziali sul territorio delle aziende e in altre i daini scarrozzano e mangiano tutto ciò che trovano, senza limiti. Con l’emergenza coronavirus si sono moltiplicati gli animali selvatici che sempre più spesso si spingono nei centri abitati. Anche sui Nebrodi l’allarme è notevole. Ai ghiri che distruggono i noccioleti si sommano i maiali selvatici che devastano i pascoli e i seminativi e c’è un rischio altissimo per l’incolumità degli agricoltori (Madoniepress.it).

5/5 (3)

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here