A febbraio partirà il censimento della beccaccia in provincia di Chieti

L'ATC Chietino Lancianese ha organizzato le giornate del monitoraggio: l'assegnazione delle zone è quella del 2016.

0
Friuli

Censimento della beccacciaL’Ambito Territoriale di Caccia Chietino Lancianese ha organizzato per il mese di febbraio che comincerà tra due giorni il monitoraggio della beccaccia nelle aree vocate (individuate nel territorio di caccia) e seguendo le disposizioni della Regione Abruzzo. L’attività prevede un numero massimo di due uscite per ogni quadrante relativo al censimento: il giorno deve essere scelto direttamente dal monitoratore, a patto che la sua decisione sia comunicata all’ATC, telefonicamente, tramite fax o tramite posta elettronica, 24 ore prima dell’uscita.

L’assegnazione di queste aree avverrà in modo molto semplice, visto che si seguirà alla lettera il modello che è stato adottato nel 2016. La conferma o la modifica dell’assegnazione dovranno essere gestite dai partecipanti al momento dell’iscrizione. In base alle adesioni, poi, sarà possibile scegliere un numero maggiore di zone. L’inizio ufficiale è previsto per il 5 febbraio, mentre il termine è stato fissato per l’ultimo giorno del mese.

La scheda del censimento include diversi dettagli, tra cui le condizioni orografiche (tipo di pendenza), le condizioni del suolo e quelle di umidità del terreno (asciutto, umido, bagnato o innevato). Non devono mancare nemmeno le coordinate GPS, l’ora di osservazione, il numero di beccacce avvistate, la tipologia ambientale e la direzione di involo.

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here