A Schio (VI) i cacciatori difenderanno l’ambiente dalle scorribande dei motociclisti

Il sindaco ha stipulato una convenzione con Enalcaccia per porre fine ai dissesti provocati da alcuni amanti delle due ruote nel Tretto.

0
Scorribande dei motociclisti

Scorribande dei motociclistiNon solo attività venatoria e contenimento della fauna selvatica, in provincia di Vicenza i cacciatori sono stati chiamati a ricoprire un ruolo piuttosto particolare. Si sta parlando della convenzione stipulata dal sindaco di Schio, Valter Orsi, con la sezione provinciale dell’associazione Enalcaccia, una intesa che prevede il monitoraggio dei motociclisti. La decisione del primo cittadino veneto serve a tutelare il Tretto, l’altopiano che collega la pianura dell’alto vicentino con le prealpi venete, oltre che meta prediletta dagli amanti delle due ruote.

Saranno 20 i cacciatori volontari che si occuperanno di difendere la collina e la montagna, prestando attenzione alle scorribande di chi è solito frequentare questa zona con la moto. Si tratta del quarto accordo di questo tipo da parte del comune vicentino, anche se per la prima volta si guarda al territorio collinare e a quello montano.

Le segnalazioni alle forze dell’ordine di motocicli che percorrono a forti velocità il territorio silvo-pastorale sono aumentate e il sindaco Orsi vuole evitare a tutti i costi i dissesti e le buche nelle strade del Tretto. Tra l’altro, in caso di pioggia la situazione del manto tende a peggiorare, ora c’è grande curiosità nello scoprire i risultati della convenzione con i cacciatori.

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here