A391 Xtrema2 Beretta

1

Un fucile di ultima generazione che conserva le caratteristiche e la tradizione di una Fabbrica d’armi tra le più antiche al Mondo

Descrivere un fucile Beretta significa percorrere secoli di storia della fabbricazione di armi, che tutto il mondo ci invidia. La storia della Beretta iniza il 3 Ottobre 1526, quando a Mastro Bartolomeo Beretta da Gardone, nel Bresciano, vengono commissionate 185 canne da archibugio destinate alla Casa dell’Arsenale, per la cifra di 296 ducati.
Il nuovo Beretta A391 Xtrema2 è stato concepito e predisposto per l’uso di cartucce Super Magnum cal. 12 da 89 mm, capace anche di ospitare le cartucce di minor potenza. Questo nuovo semiautomatico a presa di gas è l’arma ideale per tiri a lunghe distanze e per la selvaggina più impegnativa.

Si presenta con una design moderno, avendo una linea slanciata: il dorso della scatola di culatta èà arrotondato ed è dotato di apposite fresature per il fissaggio di una basetta opzionale Weaver, ideata per montaggio di ottiche o altri sistemi di puntamento. Il dorso si raccorda in maniera armonica con il calcio, permettendo una veloce acquisizione del bersaglio, quasi istintiva. Sapientemente bilanciamento per ottimizzare la maneggevolezza, il calcio e l’astina vantano una nuova conformazione ergonomica che facilita l’imbracciatura. Gli specchi di culatta a rilievo marcato conferiscono all’arma un carattere deciso, mentre l’occhio del ponticello allargato migliora la presa sul grilletto, anche con l’uso di guanti.
Il tecnopolimero rinforzato fiberglass è stato utilizzato per la calciatura ed il sottoguardia, conferendo a quest’ultimi una buona resistenza alle abrasioni ed una migliore sensazione al tatto in climi rigidi. Gli estesi inserti in materiale plastico morbido e grippante, color grigio chiaro, sovrainiettati sulle aree di presa del calcio e dell’astina, assicurano un’ottima presa anche in condizioni climatiche avverse ed assorbono contemporaneamente le vibrazioni all’atto dello sparo.
La Beretta ha utilizzato su questo fucile l’esclusiva tecnologia Aqua, ossia una serie di trattamenti superficiali e protettivi a cui sono sottoposte tutte le parti del semiautomatico. La canna d’acciaio, cromata internamente, è brunita color nero e ulteriormente protetta da un’esclusivo rivestimento che ne aumenta in modo considerevole la resistenza alla corrosione. La scatola di culatta, in lega di alluminio anodizzato nero, è anch’essa interessata da questo speciale rivestimento protettivo.
Tutte le parti interne sono state trattate con il nichel,  la cromatura e sono ulteriormente protette da una particolare tecnica di deposizione ionica che impregna le superfici con composti ceramici e metalli (titanio, cromo, ecc.) : tutti questi trattamenti  assicurando una notevole resistenza alle abrasioni, all’usura e alla corrosione. Le molle principali interne (molla di recupero, molla tubo serbatoio, molla valvola), la valvola compensatrice, gli strozzatori intercambiabili Optimachoke  Plus e la piastrina posteriore per la regolazione della piega e deviazione calcio, sono realizzati in acciaio inossidabile.
La vera e più importante caratteristica del A391 Xtrema2 è l’esclusivo sistema di presa di gas brevettato Beretta, con cilindro e pistone autopulenti, ed il nuovo sistema Kick Off con due ammortizzatori idraulici (ad olio)  : dotato di una valvola compensatrice che consente di scaricare automaticamente all’esterno l’eccesso di pressione provocato dalle cartucce più forti, è in grado di sparare dalle cartucce più deboli da 70mm/28g a quelle più forti comprese le cartucce Super Magnum da 89mm/64g, minimizzando il rinculo.
Le esclusive Beretta per ridurre ulteriormente il rinculo, oltre a quelle già citate,sono  il dispositivo a massa mobile, l’ammortizzatore di fine corsa del carrello-otturatore in elastomero, ed il calciolo Gel-Tek, il quale  attenua lo scuotimento longitudinale del fucile.
Il profilo interno della canna Optima-Bore, con cono di raccordo camera di cartuccia-anima allungato, perfeziona la erogazione della rosata.
La capacità del serbatoio è limitata, in osservanza alla normativa di caccia in vigore in molti paesi, a 2 colpi, mediante l’inserimento di un riduttore. Nei paesi ove consentito dalla legge locale, il serbatoio senza riduttore può contenere 3 cartucce da 89mm, 4 cartucce da 76mm oppure 4/5 cartucce da 70mm. Una prolunga opzionale consente di aumentare ulteriormente la capacità del serbatoio.
In conclusione, l’estetica del A391 Xtrema2  vanta un rivestimento a disegno mimetico. Due sono i modelli disponibili: Realtree Hardwoods HD e  Realtree Max4 HD, entrambi disponibili anche in versione Kick Off.

CONDIVIDI
Articolo precedenteCaccia: Berlato risponde a Stival
Articolo successivoLa Balistica Venatoria Interna
Meloni Pierfilippo
Giornalista pubblicista e fondatore di Caccia Passione. Correva l'anno 2002 quando diedi vita al portale internet, mettendo a frutto tre grandi passioni, quella in lettere moderne, l'altra per l'informatica e altresì per l'attività venatoria. Negli anni Caccia Passione è divenuto Testata giornalistica ove oggi scrivono le migliori "Penne" giornalistiche d'Italia.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here