Cacciatori Lombardi, “Ci sentiamo traditi a casa nostra”

0

Associazione Cacciatori Lombardi - Associazione VenatoriaAssociazione Cacciatori Lombardi organizza presidio a Milano in occasione del Consiglio Regionale del 30 settembre; “Ci sentiamo traditi a casa nostra”.

Ci sentiamo traditi a casa nostra, anziché padroni, per questo sarà effettuato un presidio martedì 30 settembre dalle ore 9,00 alle ore 13,00 a Milano in concomitanza con la riunione del Consiglio regionale della Lombardia. I motivi del presidio sono da ricercare nell’insoddisfazione dei cacciatori Lombardi riguardo il mancato prelievo in deroga ma, soprattutto per i disagi e le procedure imposte da Regione Lombardia e dal suo Assessorato per la Banca Dati dei richiami vivi ed i danni causati dagli anellini metallici adottati. Una tale situazione non può più essere tollerata poiché oltre a i numerosi errori riscontrati ed alle difficoltà ad accedere alle complesse procedure informati chela Banca Dati stessa è andata oltre alla motivazione adotta da Regione Lombardia che “serviva per l’apertura degli impianti di cattura” mentre in corso d’opera è stata trasformata in una procedura che da facoltativa è diventata obbligatoria per l’utilizzo e la detenzione dei richiami stessi.

L’A.C.L. confida nella presenza numerosa e partecipata di cacciatori anche appartenenti ad altre associazioni venatorie che condividono la nostra civile e risoluta forma di sensibilizzazione e protesta. L’appuntamento è per martedì 30 settembre , il futuro della nostra passione è soprattutto nelle nostre mani. Per l’occasione partiranno autobus da Bergamo e Brescia a cui si aggiungeranno cacciatori che raggiungeranno Milano con il treno o mezzi propri.

Per info : 338/4296803 BRESCIA/BERGAMO

 

Ufficio Stampa
Associazione Cacciatori Lombardi

 

( 29 settembre 2014 )

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here