Cagliari, non ci saranno limitazioni per i cacciatori nel Parco della Pineta di Sinnai

Il disegno di legge è oggetto di diversi dibattiti e il mondo venatorio è stato rassicurato dal firmatario del testo.

0
Parco della Pineta di Sinnai

Parco della Pineta di SinnaiLa presentazione del disegno di legge che approfondisce la creazione del parco all’interno della Pineta di Sinnai (il cosiddetto “Foresta Campidano”), in provincia di Cagliari, si è arricchita di un nuovo dibattito. In questa ultima occasione i cacciatori hanno voluto dei chiarimenti da Marco Efisio Pisanu, numero uno dell’associazione Caccia, Pesca e Ambiente. In particolare, il mondo venatorio è preoccupato per le possibili limitazioni che potrebbero essere imposte alla caccia.

Il firmatario del testo normativo, Cesare Moriconi, ha spiegato cosa accadrà. Nel parco esiste un’area demaniale in cui è già in vigore il divieto di esercitare l’attività venatoria, il tutto confinato tramite il tagliafuoco. I cacciatori saranno liberi di agire invece in tutti i luoghi in cui è già ammessa. I sindaci dei comuni coinvolti (nello specifico si tratta di Settimo, Dolianova e Soleminis) avranno ancora l’opportunità di controllare i territori e pianificare i vari interventi necessari.

Secondo Moriconi questo parco non sarà un semplice luogo in cui tutelare l’ambiente, ma un progetto volto a valorizzare le risorse naturali e il patrimonio territoriale. In particolare sarà prestata grande attenzione ai prodotti tipici, all’enogastronomia, alla cultura e allo sport. Il Parco ha ricevuto il mese scorso il parere finale favorevole anche da parte dell’assessore regionale all’Ambiente, Donatella Spanu.

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here