Cani da Caccia: Il fascino del segugio maremmano..

0

Segugi maremmani: Sergio Leonardi presenta in anteprima a Mondo Caccia il suo volume “Conoscere il segugio maremmano” un viaggio alla scoperta di storie e tradizioni che hanno nel cane un protagonista assoluto.

Sabato 22 novembre, dalle 16.00, nell’ambito di Mondo Caccia che si tiene a CarraraFiere fino a domenica 23 novembre, nello stand Federcaccia sarà presente Sergio Leonardi, noto autore di libri sulla caccia e in particolare sul segugio maremmano per presentare, in anteprima, il suo ultimo lavoro, un libro che già nel titolo dice quello che è l’argomento principale: “Conoscere il segugio maremmano”  ma che poi, nel corso della narrazione, fa comprendere come la caccia è fatta non solo di carniere, ma soprattutto d’impressioni, racconti, tradizioni popolari oggi vive più che mai ma anche di odori, di silenzi e dei rumori della natura.

 

“Il Segugio così come lo racconta Sergio, è protagonista di tutto questo – anticipa Carlo Romanelli che presenterà l’evento – anche perché ha origine e habitat naturale in quel territorio dall’effimera consistenza dei confini, tra Lazio e Toscana patria di grandi cacciatori, intrepidi cani e innumerevoli briganti. In questo bel volume la caccia riacquista la sua vera dimensione di elemento della società rurale, di rapporto privilegiato con la natura e mentre scorrono le pagine il lettore è portato a vivere anche con l’immaginazione la bellezza dei luoghi e il rapporto fra cane e cacciatore”.

Un libro dunque non solo di buoni consigli per un valente addestratore ma anche per sognare e vivere un rapporto diverso con la natura, un libro da leggere tutto di un fiato per poi ripassarlo, parola per  parola, con lo stesso sguardo con il quale si percepisce la macchia densa, impenetrabile misteriosa nella quale si coglie prima l’insieme, il colore dominante e poi le varie sfumature.

22.11.2014

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here