Contest fotografico “Ungulati nel mondo per passione”, 3 donne sul podio

Il concorso organizzato dal gruppo Facebook è stato dominato dalle cacciatrici: la vincitrice è Greta Vensi, 20enne valdostana.

0
Ungulati nel mondo per passione
Sara Chiarlone
Ungulati nel mondo per passione
Sara Chiarlone

Un podio completamente “rosa”: il concorso fotografico promosso dal gruppo Facebook “Ungulati nel mondo per passione” ha visto trionfare tre ragazze, un risultato senza dubbio interessante e che conferma che la componente femminile di appassionati di caccia è nutrito e in crescita. Il contest in questione è stato indetto per votare le migliori foto di abbattimenti di ungulati nella scorsa stagione venatoria. Chi aveva intenzione di partecipare doveva semplicemente inviare il proprio scatto, pubblicato dai gestori del gruppo (nato quattro anni fa da un’idea di Remo Orologio, socio della Federazione Italiana della Caccia) e poi sottoposto al giudizio degli altri utenti. Sono state inviate centinaia di fotografie e la migliore è stata quella di Greta Vensi, capace di totalizzare 318 “like”.

Il secondo posto è stato conquistato invece da Sara Chiarlone (241 “Mi piace”), seguita da Debora Viola Verdelli (220 “Mi piace”). La vincitrice ha 20 anni e studia e vive in Valle d’Aosta, regione di cui si sta parlando parecchio negli ultimi giorni per alcune polemiche venatorie. Come dichiarato dalla giovane, l’esame per la licenza di caccia è stato sostenuto quasi un anno fa, nel giugno del 2015, di conseguenza l’ultima stagione è stata la prima in assoluto per lei. La 20enne ha anche raccontato di andare a caccia con sua madre e qualche volta col nonno in riserva a fagiani, insieme a un breton e un setter.

La “medaglia d’argento” Sara Chiarlone ha 33 anni e va a caccia da quando ne ha 25: è una socia della sezione di Savona della Federcaccia ed è laureata in Scienza Naturali. La provincia ligure è il suo territorio venatorio, in cui ci sono soprattutto caprioli: ha sottolineato di andare a caccia con il cane da ferma e di non praticare quella al cinghiale da due stagioni essendo rimasta incinta.

La terza classificata ha invece 31 anni e vive in provincia di Arezzo: vanta undici anni di pratica venatoria, in particolare la caccia di selezione al daino e al capriolo con l’arco e la carabina, e ha confessato che la passione è stata ereditata dal padre e dal nonno, anche loro cacciatori. Il prossimo 4 giugno ci sarà la premiazione delle tre vincitrici, nello specifico a Cascina Legra (Pavia), in occasione della terza convention del gruppo Facebook. La stessa Federcaccia ha espresso le proprie congratulazioni alle cacciatrici, con un forte in bocca al lupo per il loro futuro: c’è da scommettere che anche il prossimo anno il concorso fotografico avrà lo stesso successo.

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here