DRAHTHAAR – Cane da Caccia Drahthaar

0

Il DRAHTHAAR e’ un cane da ferma la cui razza e’ stata selezionata nel territorio del continente Europeo. Il Drahthaar e’ un cane da caccia polivalente.

 
 

ORIGINE: Germania

UTILIZZO:
cane da caccia polivalente

CLASSIFICAZIONE FCI
Gruppo 7 : Cani da ferma
Sezione 1.1: Cani da ferma continentali tipo Bracco
Con prova di lavoro

CENNI STORICI: il Bracco tedesco pelo duro è un cane da ferma a pelo duro “filo di ferro ” il cui allevamento fece il suo debutto alla fine del XIX secolo. Negli anni successivi fu selezionato allo scopo di creare un cane da caccia tedesco a pelo duro efficiente e di carattere stabile. Conformemente al principio che ” l’efficienza condizione il tipo ” e rispettando rigorosamente la libertà degli allevatori, a partire dei migliori soggetti di razze a pelo ruvido e introducendo per l’ incrocio il Bracco tedesco a pelo corto si creò in poco tempo un cane da caccia che si distingueva per il suo pelame molto resistente alle intemperie e per la sua polivalenza in tutte le discipline. Grazie a queste attitudini, il Bracco tedesco è diventato in pochi decenni, sia in Germania che nel resto del mondo, il cane preferito e più confermato fra quelli da caccia.

ASPETTO GENERALE: cane da ferma distinto nel suo aspetto, dal pelo duro che offre una perfetta protezione alla pelle; espressione energica e attenta. Le andature devono essere energica, di grande ampiezza, facili e armoniose.

PROPORZIONI IMPORTANTI:
la lunghezza del tronco e l’altezza al garrese devono essere pressoché uguali. La lunghezza il tronco può superare la l’altezza al garrese di non più di tre centimetri.

COMPORTAMENTO/CARATTERE:
fermo, padrone di sé, equilibrato, senza timore della selvaggina, né timido né aggressivo.

TESTA:
in rapporto con la taglia ed il sesso del cane. Linee del cranio e della canna nasale leggermente divergenti.

REGIONE CRANIALE
Cranio:
piatto, solamente un poco arrotondato sulle guance, di larghezza media; arcate sopracciliari nettamente sviluppate.
Stop: visibilmente ben marcato.

REGIONE FACCIALE
Tartufo:
pigmentazione intense di un colore che corrisponde a quello del manto. Narici bene aperte.
Musello: lungo, largo, possente e spesso; canna nasale leggermente convessa.
Labbra: spesse, ben applicate ma non coprenti. Buona pigmentazione di un colore di corrisponde a quello del manto.
Mascelle/denti: denti forti, mascelle potenti con articolazione a forbice. Formula dentaria completa.
Occhi: il più possibile scuri, non troppo infossati fra le orbite, né sporgenti, con espressione viva e sveglia; le palpebre sono bene appoggiate sul globo oculare e hanno bordi pigmentati.
Orecchie: grandezza media, attaccatura alte larga; non ripiegate.COLLO: lunghezza media, muscolatura poderosa. Profilo superiore moderatamente incurvato, profilo inferiore asciutto.CORPO
Linea del dorso:
dritta e leggermente inclinata.
Garrese: marcato.
Groppa: lunga e larga, in leggera pendenza, molto muscolosa. Bacino largo.
Dorso: forte, molto muscoloso.
Petto: largo e ben disceso, molto sviluppato nella parte anteriore con lo sterno che si estende il più lontano possibile all’indietro. Costole ben cinturate.
Regione lombare: corta, larga e muscolosa.
Linea inferiore: in risalita verso l’indietro in un arco elegante e leggermente pronunciato, asciutto.CODA: in prolungamento della linea del dorso, la coda è portata il più orizzontale possibile o leggermente diretta verso l’alto. Non troppo spessa nè sottile. Viene leggermente accorciata per la caccia (nei paesi in cui è proibita la caudotomia può essere conservata la coda naturale, che deve raggiungere il garretto ed essere portata dritta o lievemente a forma di sciabola).

ARTI
ARTI ANTERIORI
Visti di fronte, sono dritti e paralleli, visti di profilo sono ben collocati sotto il corpo. La distanza dal suolo al gomito corrisponde a quella dal gomito al garrese.
Spalle: scapole molto inclinate all’indietro, molto muscolose. Buona angolazione dell’articolazione scapolo omerale.
Braccio: il più lungo possibile, dotato di buona muscolatura asciutta.
Gomito: ben aderente al corpo, non deviato né all’interno né all’esterno. Buona angolazione fra braccio e avambraccio.
Avambraccio: secco, in appiombo, ossatura forte.
Carpo: robusto.
Metacarpo: leggermente inclinato verso avanti.
Piedi anteriori: arrotondati, con dita ben serrate i cuscinetti sufficientemente spessi, fermi, resistenti e ben pigmentati. In stazionamento e in movimento i piedi sono paralleli all’asse longitudinale del corpo, non deviati né all’interno né all’esterno.

ARTI POSTERIORI
Visti da dietro sono in appiombo e paralleli. Buone angolazioni della grassella e del garretto. Ossatura robusta.
Coscia: lunga, larga e muscolosa. Articolazione corso femorale ben angolata .
Grassella: forte, buona angolazione dell’articolazione femoro tibiale.
Garretto: forte.
Gamba: lunga, muscolosa, tendinosa.
Metatarso: corto e verticale.
Piedi posteriori: arrotondati, con dita ben serrate e cuscinetti sufficientemente spessi, fermi, resistenti e ben pigmentati. In stazione e in movimento i piedi sono paralleli all’asse longitudinale del corpo, non deviati né all’interno né all’esterno.

ANDATURE: andature che coprono molto terreno, con buona spinta e falcate ampie. Gli arti posteriori e quelli anteriori si distendono dritti in avanti i paralleli all’asse longitudinale del corpo. Belle prestazioni

PELLE:
ben tesa, sposa il corpo senza formare pieghe

MANTO
Pelo:
duro, a ” fil di ferro “, coricato e denso. Pelo di copertura di 2-4 centimetri di lunghezza, sottopelo serrato e impermeabile. I contorni del corpo non devono essere nascosti da un pelame troppo folto. Per la sua densità e durezza il pelo deve offrire la massima protezione possibile contro le intemperie e le ferite. Il pelo della parte inferiore degli arti, così come quello della regione inferiore del petto e dell’addome, deve essere più corto ma sempre molto fitto; quello della testa e delle orecchie deve essere più corto e ancora più fitto ma più morbido. Sopracciglia pronunciate e barba fitta di lunghezza non eccessiva e il più dura possibile che sottolineano l’espressione energica del muso.
Colore: i soli colori ammessi sono i seguenti.
Marrone macchiato di bianco
Nero macchiato di bianco con o senza macchie di colore
Marrone con la con o senza macchie bianche sulla pettorina

TAGLIA
Altezza al garrese
Maschi: da 61 a 68 cm
Femmine: da 57 a 64 cm

DIFETTI
Ogni scarto da quanto sopra deve essere considerato un difetto da penalizzare in funzione della sua gravità
Musello corto, stretto o appuntito
Dentatura debole, articolazione a tenaglia anche parziale
Palpebre molto lasse
Dorso insellato o di carpa
Groppa sopraelevata
Sterno troppo corto
Gomiti fortemente deviati all’interno o all’esterno
Garretti chiusi, vaccini o a tonneau da fermo o in movimento
Andature raccolte, marcia rada
Ambio
Pelo schiarito, mancanza di sottopelo
DIFETTI ELIMINATORI
Prognatismo superiore o inferiore, mascelle deviata, mancanza di denti a parte i P1
Entropion, ectropion. Eterocromia
Coda corta alla nascita, coda rotta
Difetti di pigmentazione
Carattere debole, paura dei colpi di arma da fuoco o della selvaggina
 

N.B. I maschi devono avere i testicoli di aspetto normale completamente discesi nello scroto

5/5 (2)

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here