Federcaccia Trapani: studenti alla “Sagra del Cacciatore” di Valderice

0

Valderice (TP) - SiciliaFedercaccia Trapani: nuove frontiere dell’educazione, gli studenti delle scuole medie alla “Sagra del Cacciatore” di Valderice. Le proteste arrivano da Milano.

Gli studenti delle terze classi della Scuola media «Simone Catalano» di Erice  hanno incontrato il direttore della Casa circondariale di Trapani, Renato Persico,  e il comandante della Polizia penitenziaria Giuseppe Romano. Nel corso dell’incontro, organizzato dalla prof. Maria Chirco, gli studenti hanno avuto la possibilità di porre domande ai vertici dell’Istituto che hanno illustrato il lavoro dei poliziotti penitenziaria, la vita dei detenuti e la “rieducazione” gli strumenti messi in atto dalla direzione per il reinserimento dei detenuti nella società. Una bella iniziativa.

Ci sono scuole che portano i bambini a conoscere la realtà delle carceri. E ci sono scuole che portano i bambini …. a caccia (o quasi). Accade a Valderice. dove i dirigenti scolastici dell’Istituto comprensivo Dante Alighieri di Valderice  hanno deciso di far partecipare gli studenti alla «Sagra del cacciatore», che loro definiscono “ambientale e gastronomica”.

Ma che c’entrano gli alunni in una sagra, per lo più sulla caccia? E’ una domanda che si fanno in molti, soprattutto i genitori degli alunni: alcuni di loro hanno protestato sul web, chiedendo addirittura l’intervento del Ministro Carrozza. È stata Federcaccia Trapani a organizzare la manifestazione “di sensibilizzazione dei più giovani al rispetto dell’ambiente attraverso la tutela e la sua gestione sostenibile”.

La manifestazione prende vita nell’ambito della Rassegna eno-gastronomica denominata «A Caccia di Sapori», che si svolgerà a Valderice sabato e domenica 18 e 19 maggio al Fondo Auteri a Sant’Andrea. I giovani studenti della Dante Alighieri di Valderice con le seconde classi saranno chiamati a ripulire il litorale di Lido Valderice coadiuvati da genitori, da volontari dell’Associazione Venatoria e da cittadini. Il presidente provinciale di Federcaccia Trapani Antonino Incammisa in una nota ha affermato che “lo scopo del coinvolgimento delle scuole ha un fine puramente educativo e che in questo caso si ritiene non ci sia migliore educatore di chi come le associazioni venatorie, tramite i loro associati, vivono e tutelano il territorio nella sua interezza”.

Ma la manifestazione ha scatenato il web , moltissime le e mail inviate alla direzione della scuola , che non si aspettava tanto clamore, visto che già lo scorso anno aveva partecipato alla precedente edizione della rassegna. Un’insegnante delle scuole medie inferiori di Milano, che esprime “sgomento” per la partecipazione della scuola ad una sagra organizzata dai cacciatori. “Vi rendete conto – scrive l’insegnante milanese – che la violenza ed il cinico sfruttamento di animali dei quali la caccia è permeata sono non solo un pessimo esempio per i ragazzi, ma un pericoloso bacino che potenzierà ed incrementerà l’aggressività dei bambini anziché educarli al rispetto della vita e della natura?”

10 maggio 2013

Fonte: Marsal@.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here