I cacciatori bergamaschi sono fiduciosi su caccia in deroga e richiami vivi

La Federcaccia provinciale ha parlato della discussione di domani sui due progetti legislativi che potrebbero rafforzare le tradizioni venatorie.

0
Cacciatori bergamaschi

Cacciatori bergamaschiLorenzo Bertacchi, numero uno della sezione provinciale di Bergamo della Federcaccia, ha parlato della discussione che ci sarà domani in Consiglio Regionale della Lombardia di due progetti legislativi. Uno riguarda la caccia in deroga al fringuello e alla peppola, mentre l’altro è quello sulla cattura dei richiami vivi tramite la riattivazione dei roccoli. L’appuntamento è molto atteso dai cacciatori bergamaschi e l’associazione venatoria vuole ringraziare i consiglieri regionali che hanno lavorato per difendere queste tradizioni.

Sono stati citati, in particolare, Floriano Massardi, Giovanni Malanchini, Barbara Mazzali e Paolo Franco. L’applicazione delle deroghe in Italia secondo quanto previsto dalla legge è diventato possibile sulla carta. Ecco perchè alcuni consiglieri regionali hanno tentato la strada della legge regionale. Federcaccia, pur consapevole delle problematiche giuridiche, si augura che entrambe le leggi vengano approvate.

Come sottolineato da Bertacchi, si tratta ormai dell’unico modo per portare sui tavoli ministeriali ed europei con la dovuta considerazione la problematica della mancata applicazione della Direttiva Uccelli (e della Direttiva Habitat) in Italia in punto deroghe. L’unico modo ormai per rivendicare, più di fronte a ISPRA che alla stessa commissione, il diritto di tener vive tradizioni secolari, condannate a morte non dalla Direttiva Uccelli, ma dalla burocrazia. Mancano poche ore e domani se ne saprà di più.

5/5 (2)

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here