Le proposte operative degli ATC pisani dopo l’incendio: possibile un interscambio

In particolare c'è stato un incontro tra l'Ambito 14 Pisa Ovest e la Commissione Ungulati dell'ATC 15 per ospitare i cacciatori senza territorio.

0
Monti Pisani

ATC pisaniLa Confederazione Cacciatori Toscani ha parlato dell’incendio che ha devastato una buona parte della provincia di Pisa. Il bilancio dei danni è pesante, con 1450 ettari di territorio distrutti dal rogo e oltre 800 sfollati. L’Ambito Territoriale di Caccia 14 Pisa Ovest è quello che dovrebbe gestire l’attivitò venatoria nel territorio in questione e gli altri ATC pisani si sono attivati per cercare soluzioni volte a tutelare i cacciatori assegnatari.

I responsabili delle squadre di caccia al cinghiale, poi, si sono rivolti alla Regione Toscana per offrire disponibilità in merito all’ospitalità di tutti quei cacciatori che sono rimasti senza territorio di competenza. Il presidente dell’ATC 14 si è incontrato con quello della Commissione Ungulati dell’ATC 15 per un possibile accorto e un interscambio proficuo in merito alle battute. L’intesa sarà temporanea, ma le soluzioni verrebbero applicate nella stagione venatoria in corso.

La CCT pisana si è immediatamente impegnata per individuare questo percorso e nonostante la gravità della situazione sottolinea come i cacciatori e gli amministratori degli ATC stiano dando prova di serietà, competenza e solidarietà in un momento estremamente difficile e delicato per il mondo venatorio. Le soluzioni ed i problemi saranno discussi e meglio definiti il prossimo Giovedì 11 Ottobre a Vicopisano (San Giovanni alla vena) in una specifica assemblea pubblica organizzata dall’associazione provinciale alla presenza dei Presidenti degli ATC e dei rappresentanti istituzionali.

1/5 (1)

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here