Il Consiglio Regionale del Piemonte approva il disegno di legge sulla caccia

La Terza Commissione ha licenziato il testo a maggioranza: i voti contrari sono stati quelli del M5S e del Mns.

0
Legge sulla caccia

Legge sulla cacciaLa Terza Commissione del Consiglio Regionale del Piemonte (quella che si occupa di attività venatoria e pesca) ha licenziato a maggioranza il disegno di legge della giunta in materia di caccia. I voti contrari sono stati quelli del Movimento 5 Stelle e del Movimento Nazionale per la Sovranità. Ora il testo dovrà essere inviato all’aula per l’approvazione definitiva come legge. Si tratta del Ddl che riforma la materia faunistico-venatoria con previsioni nuove e moderne, prendendo spunto dai cambiamenti nazionali ed europei.

Le principali novità possono essere riassunte brevemente. Si tratta, in particolare, di quelle relative alla tutela per le specie della fauna tipica alpina e gli uccelli tutelati dalla direttiva comunitaria, senza dimenticare l’aumento della superficie venatoria minima degli Ambiti Territoriali di Caccia e dei Comprensori Alpini. Inoltre, il testo parla dell’obbligo di una prova di tiro per quel che riguarda la caccia di selezione e il riconoscimento della possibilità di mettere in commercio gli animali che sono stati abbattuti.

Chi ha votato favorevolmente ha parlato di una legge equilibrata e molto attesa, oltre a una maggiore trasparenza nella gestione delle risorse pubbliche. Il M5S, invece, ha fatto riferimento alla mancata riduzione dell’attività venatoria.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here