Pubblicato il nuovo rapporto tecnico sul beccaccino e frullino in Francia

I volatili godono di buona salute, come evidenziato dal CICB (Club International des Chasseurs de Bécassines).

0
Beccaccini e frullini

Beccaccino e frullinoIn Francia è stato pubblicato il rapporto tecnico relativo al beccaccino e al frullino per quel che riguarda la stagione invernale 2016-2017. Il presidente del CICB (Club International des Chasseurs de Bécassines), Patrice Février, ha offerto un quadro approfondito e interessante del sodalizio tra la sua associazione, la federazione transalpina dei cacciatori e l’ONCFS, l’ente statale tecnico scientifico.

In poche parole, si tratta di una sintesi operativa molto efficace tra caccia, ambiente e natura. La Francia è stata divisa in due parti a causa della siccità e del gelo che hanno influenzato la raccolta dei dati nella fase del prelievo venatorio e in quella delle osservazioni sul terreno. I microchip e il monitoraggio della migrazione hanno permesso di concludere che il beccaccino gode di buona salute. In particolare, a febbraio e a marzo sono stati “equipaggiati” dieci beccaccini, con le posizioni dei volatili intervallati a cadenza regolare tramite il Gps.

Le etichette sono state invece programmare per prendere una posizione programmabile e limitata al posizionamento. I primi 10 beccaccini monitorati sono stati una sorta di test: alcuni esemplari sono migrati in direzione della Russia, mentre gli altri hanno tardato parecchio prima di partire, attendendo fino ad aprile e i primi giorni di maggio. Per quel che concerne la stagione 2017-2018, infine, si è già deciso di prendere come riferimento una ventina di uccelli.

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here