Italcaccia: “Ecco perché il passaggio annuale dei tordi è in calo”

Principalmente, il tempo non ha favorito il loro ingresso migratoria nella nostra penisola.

0
Italcaccia
ItalcacciaIl passaggio annuale dei tordi verso la Penisola è generalmente in diminuzione. Una volta terminata la stagione dei tordi abbiamo avuto e tenendo conto dei commenti dei cacciatori ; in generale, la loro presenza è stata meno numerosa rispetto alle passate stagioni. Principalmente, il tempo non ha favorito il loro ingresso migratorio nella penisola. Tuttavia, a livello nazionale, registra una graduale riduzione del Tordo Bottaccio. Molti luoghi di caccia  che qualche anno fa avevano straordinari passaggi di tordi, attualmente, hanno solo storie e aneddoti di tempi passati che erano migliori.
La spiegazione di ciò è che la distanza di migrazione è andata gradualmente diminuendo. Gli uccelli migratori svernanti in Europa coprono sempre meno distanze verso aree più meridionali perché trovano cibo prima. La maggior parte di loro non arriva più qui perché trova luoghi di alimentazione adeguati più vicini alla loro origine. Ciò è spiegato dal cambiamento climatico; gli inverni sono meno rigidi nell’Europa settentrionale e centrale. I campi non sono più gelati o innevati come prima e i tordi trovano cibo dove prima era praticamente impossibile. Questa situazione si riflette anche su tutto il territorio nazionale.
Si può dire che le popolazioni di tordi non stanno diminuendo , coprono solo distanze inferiori alla ricerca di aree alimentari adatte. Spetta ai Cacciatori collaborare attivamente alla conoscenza delle specie di selvaggina solo annotando ciò che cacciano. È facile e generano risultati interessanti, tra gli altri, verificare la veridicità dei rapporti annuali di caccia. Quindi, raccogliere dati per lo sviluppo di piani tecnici, conoscere il risultato della nostra gestione e l’evoluzione della specie, ci permetterà di cacciare i Tordi in periodi differenti a quelli attuali! (Italcaccia).
4.33/5 (18)

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here