La posizione dei cacciatori bergamaschi in attesa del piano di contenimento delle nutrie

La Federcaccia provinciale ha esaminato il piano che riguarda tutta la Lombardia e che dovrebbe migliorare le operazioni.

0
Bassa Padana

Cacciatori bergamaschiNella sede della Provincia di Bergamo il Commissario Capo Pietro Bergamelli ha presentato a Sindaci, Associazioni venatorie ed agricole la bozza del Piano provinciale triennale di contenimento ed eradicazione della nutria. Tra le Associazioni Venatorie erano presenti Libera Caccia con il Presidente Mario Scotti e l’Anuu Migratoristi con Carlo Piffari e Michele Bornaghi Presidente provinciale di Federcaccia.

La bozza sottoposta è certamente migliorativa rispetto al piano previgente, in quanto consente un’azione più libera all’attività di contenimento con armi – è il commento del Presidente di Fidc Bergamo -: non è più previsto il numero massimo di 10 operatori per comune ed inoltre consente agli stessi di operare anche singolarmente.

Auspichiamo che la Provincia coordini ed incentivi i vari comuni coinvolti per consentire in tempi brevi l’organizzazione dei corsi abilitativi e l’assunzione dei provvedimenti relativi allo smaltimento. Proporremo alcune modifiche alla bozza del piano al fine di meglio regolamentare l’attività di contenimento e renderla quindi più efficiente, confidando nella condivisione anche delle altre associazioni venatorie rilevanti sul territorio in cui è presente la nutria”.

5/5 (1)

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here