Lombardia, da oggi consentiti ripopolamenti e censimenti: no addestramenti cani

L’attività venatoria (comprese tutte le attività complementari alla caccia, come, ad esempio, l’addestramento e allenamento cani) non è consentita.

0
Lombardia

LombardiaQuali sono le conseguenze sulle attività agricole, di controllo faunistico, venatorie e di pesca, a seguito dell’applicazione alla Regione Lombardia delle misure di cui al Capo V del DPCM 2 marzo 2021 (c.d. zona rossa)?

• L’attività di controllo faunistico ai sensi dell’art. 41 della l.r. 26/93 da parte di:

– soggetti di cui all’art. 48, comma 5 della l.r. 26/93 per gli interventi coordinati dalla Polizia provinciale e dalla Polizia della Città metropolitana di Milano;

– proprietari o conduttori dei fondi nei quali si attuano i piani di controllo, muniti di licenza di caccia, autorizzati ai sensi dell’art. 41 della l.r. 26/93, che si attivano secondo modalità stabilite dalla Polizia Provinciale e dalla Polizia della Città metropolitana di Milano ai sensi delle vigenti disposizioni regionali in materia;

– soggetti abilitati e autorizzati ai sensi dell’art. 41 della l.r. 26/93, dei quali la Polizia provinciale e la Polizia della Città metropolitana di Milano possono avvalersi nell’effettuazione degli interventi, entro i limiti disposti dai medesimi organi di polizia giudiziaria, rientra nei motivi che legittimano lo spostamento anche al di fuori del comune di residenza, domicilio o abitazione, costituendo esercizio di una pubblica funzione. In tal caso, la giustificazione del motivo di lavoro può essere comprovata anche esibendo, per esempio, adeguata documentazione fornita dalle autorità cui competono per legge funzioni di coordinamento (Polizia provinciale). Lo stesso dicasi per l’attività di controllo svolta dalle guardie ittiche volontarie di cui alla LR 31/2008;

Sono altresì consentite le attività a scopo di ripopolamento, di cattura/immissione di fauna selvatica, anche proveniente da allevamento, nonché di censimento delle popolazioni di fauna selvatica svolte da soggetti abilitati e incaricati ai sensi della l.r. 26/93;

• L’attività venatoria (comprese tutte le attività complementari alla caccia, come, ad esempio, l’addestramento e allenamento cani) non è consentita (v. FAQ pubblicata sul sito del Governo https://www.governo.it/it/articolo/domande-frequenti-sulle-misure-adottate-dal governo/15638#zone).

5/5 (1)

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here