Ricorso animalista contro il calendario venatorio del Veneto, la replica dei cacciatori

Quattro associazioni venatorie venete si sono messe a disposizione della Regione per collaborare nel contrasto delle pretestuose azioni legali.

1
Veneto

VenetoCon la lettera che trovate di seguito, quattro associazioni venatorie venete si sono messe a disposizione della Regione per collaborare nel contrasto delle pretestuose azioni legali della galassia dell’estremismo animalista contro il Calendario Venatorio:
Venezia, 25.08.2020
Al Presidente della Giunta Regionale del Veneto
Dr. Luca Zaia
All’Assessore Regionale all’Agricoltura, Caccia e Pesca
Dr. Giuseppe Pan
Al Direttore della Direzione Agroambiente,
Programmazione e Gestione ittica e faunistico-venatoria
Dott. Gianluca Fregolent

OGGETTO. Ricorso associazioni protezionistiche contro il calendario venatorio per la stagione 2020-2021.
Egregi Signori,
le scriventi Associazioni Venatorie preso atto del ricorso presentato dalle Associazioni Protezionistiche LIPU, WWF, ENPA, LAV, LAC contro il calendario venatorio per la stagione 2020-2021, esprimono la propria contrarietà al ricorso presentato e dichiarano di mettere a disposizione delle SS.VV. le proprie esperienze ed i propri uffici tecnici, legali e venatori per supportare ogni iniziativa regionale atta a contrastare e resistere in giudizio al ricorso in oggetto avanti il Tribunale Amministrativo Regionale del Veneto. Le scriventi, nel ribadire la massima disponibilità, restano a disposizione per concordare, anche attraverso una specifica riunione da tenere a brevissimo termine, le azioni comuni da intraprendere per scongiurare l’accoglimento del ricorso di cui trattasi.
Si rimane in attesa e si porgono cordiali saluti

I Presidenti regionali
ARCICACCIA VENETO
FIdC VENETO
ANLC VENETO
ITALCACCIA VENETO

4.82/5 (49)

Valuta questo articolo!

1 COMMENTO

  1. Ma queste inutili associazioni ambientaliste, ribadisco INUTILI, si sono resi conto che ha rotto abbondantemente con sti ricorsi stupidi come il loro modo di vivere? E basta. Andate a lavorare, nullafacenti, anziché rubare denaro e sperperarlo x le vostre ideologie estreme. Intanto in Sicilia prrrrrrrrrrrr…. Giorno 2 vi penserò.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here