Leica Tempus ASPH, il punto rosso del bollino rosso

Leica Tempus ASPH - Leica ha presentato un innovativo red-dot che promette prestazioni elevate nel tiro istintivo, classico della caccia in braccata.

0
Leica Tempus ASPH
Grazie all’utilizzo di una lente asferica è possibile eliminare l’aberrazione sferica e altre aberrazioni ottiche cui sono soggette le lenti semplici

Leica Tempus ASPH – Grazie alla straordinaria esperienza nel campo della fotografia, nonché nelle ottiche da puntamento per la caccia in battuta, come il Magnus 1-6.3×24, la casa tedesca esce in campo per la prima volta con un rivoluzionario red-dot con una lente asferica. Ricavato da un pezzo unico di alluminio, il Tempus ASPH presenta una struttura leggera, compatta, robusta e dal raffinato design.

Se in generale i red-dot permettono un tiro istintivo classico della caccia in braccata, la sfida del Tempus è quella di fornire al cacciatore un punto rosso ancora più nitido e brillante, una nitidezza d’immagine con contrasti scolpiti e fedeltà cromatica assoluta con l’assenza della distorsione dell’immagine ai bordi. Il tutto grazie all’utilizzo di una lente asferica ideata al fine di eliminare l’aberrazione sferica e altre aberrazioni ottiche cui sono soggette le lenti semplici.

Red-dot Leica Tempus ASPH
Il nuovo red dot di casa Leica promette prestazioni elevate nel tiro istintivo, classico della caccia in braccata
Leica Tempus ASPH
Sul lato sinistro spiccano i generosi pulsanti per regolare l’intensità luminosa del puntino in 12 livelli

Il punto rosso presenta 12 livelli di intensità impostabili mediante ripetute pressioni sui comandi ed è talmente definito che appare del tutto simile a quello dei migliori cannocchiali da puntamento. 

Sono disponibili due versioni: una con punto da 3.5 MOA per una maggiore visibilità sul bersaglio e l’altra con punto da 2.0 MOA per una minore copertura del bersaglio.

Leica Tempus ASPH
Sul lato destro è posto l’alloggiamento della batteria, che può essere sostituita senza smontare il Tempus Asph dall’arma

L’alimentazione è garantita da una batteria da 3V tipo CR2032, sostituibile senza la necessità dover smontare lo strumento. L’autonomia non risulta particolarmente generosa: si parla di 250 continue ore di funzionamento. A tal proposito risulta molto utile lo spegnimento automatico dopo 4 ore di inutilizzo.

Attendiamo con ansia la nuova stagione di braccate per testare sul campo l’elevato contenuto tecnologico e l’eccellenza ottica che caratterizzano il nuovo red-dot di casa Leica.

Scheda tecnica:

  • Ingrandimento 1x
  • Lente asferica 21x25mm
  • Aggiustamento clic 1.1 MOA
  • Massima escursione clic 100MOA x 100MOA
  • Errore di Parallasse a 40M orizzontale <2.5cm; verticale <4.5cm. Esente da parallasse oltre 50m.
  • Livelli di intensità luminosa del punto rosso illuminato 12
  • Dimensioni del punto rosso illuminato a 100m 3.5MOA (10cm) o 2 MOA (5.8cm). Colore rossoÂ
  • Temperatura operativa da -25°C a + 50°C
  • Accensione premendo qualsiasi pulsante, spegnimento tenendo premuto il tasto “-“ per 3 secondi. Spegnimento automatico dopo 4 ore di inutilizzo.
  • Batteria CR 2032
  • Tenuta stagna fino a 1m di immersione
  • Corpo in alluminio ricavato dal pieno
  • Dotato di cappuccio protettivo in polimeri ad alta resistenza
  • Dimensioni e peso 53.5 x 34.5 x 28 mm per 37grammi compresa la batteria
  • Prezzo € 565 IVA compresa
Leica Tempus ASPH
Il Leica Tempus ASPH presenta una struttura leggera, compatta, robusta e dal raffinato design
5/5 (7)

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here