Tesserino e segnatura, la Corte Costituzionale boccia il ricorso del Governo contro le Marche

Si è arrivati fino a questo grado di giudizio dopo che il Governo aveva contestato una legge marchigiana del 7 novembre 2018.

0
Umbria

SegnaturaCome reso noto in un video pubblicato su Facebook da Massimo Buconi, numero uno della Federazione Italiana della Caccia, la Corte Costituzionale ha bocciato il ricorso della Presidenza del Consiglio dei Ministri contro la legge della Regione Marche sulla segnatura del tesserino venatorio. Si è arrivati fino a questo grado di giudizio dopo che il Governo aveva contestato una legge marchigiana del 7 novembre 2018 che spiega come interpretare il momento preciso della segnatura, un punto di riferimento fondamentale per i cacciatori.

La Consulta ha ritenuto inammissibile questo ricorso, riconoscendo come corretta l’interpretazione della Regione. In pratica, la norma stabilisce che la segnatura sul tesserino va fatta dopo aver accertato l’abbattimento del capo. Secondo lo stesso Buconi, si tratta di una sentenza importante, giusta e opportuna dopo tante amarezze subite per pratica l’attività venatoria.

MARCHE: SEGNATURA TESSERINO, LA CORTE COSTITUZIONALE CONFERMA LA LEGGE REGIONALE E RESPINGE IL RICORSO DELLA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

Pubblicato da Massimo Buconi FIDC su Giovedì 5 dicembre 2019

4.81/5 (21)

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here