Trap Concaverde. Paolo Cavarzan vola in Qatar

Trap Concaverde - Dopo averla sfiorata l’anno scorso, stavolta l’atleta trevigiano si aggiudica la vittoria del circuito invernale 2019 del Concaverde

0
concaverde
Il vincitore Paolo Cavarzan in mezzo a Ivan e Roberto Carella presidente e vicepresidente Concaverde

Chi la dura la vince. È stato il pluridecorato Paolo Cavarzan a mettersi meritatamente in tasca i biglietti con destinazione Doha, messi in palio anche quest’anno dal Trap Concaverde per il vincitore del circuito invernale, insieme all’iscrizione al Qatar Shotgun Open 2019, una delle più prestigiose competizioni internazionali di tiro a volo. Sulle pedane della struttura lonatese, domenica 16 dicembre, l’Ambassador della Beretta (88/100 + 23), dopo aver regolato negli scontri diretti avversari del calibro di Luciano Fiorini e Luciano Minelli, è uscito vincitore, con 23 centri su 25, nella spettacolare finale in notturna, precedendo Nicola Minini (20), Leonello Cappa (20), quindi Nino Ghidini (18), Federico Rosa (17) e, a chiudere il sestetto dei migliori, il promettente Marco Mangolini (16).

«Il circuito invernale del Concaverde si è confermato fantastico – ha commentato a caldo il tiratore trevigiano – L’anno scorso sono arrivato secondo e ci tenevo tantissimo ad aggiudicarmi il viaggio in Qatar. Con un po’ di fortuna e un po’ di bravura, oggi si è presentata l’occasione giusta per togliermi questa soddisfazione. Ringrazio tutti quanti a partire dalla Beretta, azienda che continua a credere in me. Non ho altro da aggiungere, se non che sono troppo felice».

Paolo Cavarzan si era già aggiudicato la vittoria nella terza delle cinque tappe di avvicinamento alla finalissima, figurando tra i migliori dieci in tutte le sue apparizioni. Gli altri trionfi in fase di qualifica portano, nell’ordine, i sigilli di Mattia Stringhetta, Leonello Cappa, Giorgio Pezzaioli e Adriano Peron.

«La passione per il tiro a volo non si affievolisce mai, come il circuito invernale, stagione dopo stagione, dimostra – ha concluso Ivan Carella, presidente del Concaverde – Anche quest’anno, come quello passato, abbiamo voluto rimarcare l’importanza di allargare i confini per una crescita esponenziale del nostro amato sport, consolidando la partnership stretta con il campo da tiro “Lusail”, tra i più rinomati a livello internazionale, a pochi chilometri dalla città di Doha. Siamo certi che Cavarzan, insieme agli altri italiani che a febbraio prenderanno parte alla competizione, saprà far valore con orgoglio i colori azzurri».

5/5 (2)

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here