Regione Toscana: chiusura anticipata della caccia a merli, colombacci e alzavole

Lo stesso provvedimento riguarda cornacchie, ghiandaie, gazze, germani reali e marzaiole dopo la pronuncia del Consiglio di Stato.

0
Regione Toscana

Regione ToscanaCome reso noto dalla Regione Toscana, ai sensi dell’Ordinanza del Consiglio di Stato n. 06157/2018 REG. PROV. CAU. Pubblicata in data 17 dicembre 2018, concernente il Calendario Venatorio Regionale 2018-2019, è disposta la chiusura anticipata della caccia, su tutto il territorio regionale, alle seguenti specie:

Merlo: chiusura della caccia dal 18 dicembre 2018
Cornacchia grigia, Ghiandaia, Gazza: chiusura della caccia dal 17 gennaio 2019 (16 gennaio ultimo giorno di caccia)
Alzavola, Marzaiola e Germano Reale: chiusura della caccia dal 17 gennaio 2019 (16 gennaio ultimo giorno di caccia)
Colombaccio: chiusura della caccia dal 17 gennaio 2019 (16 gennaio ultimo giorno di caccia)
Beccaccia: chiusura della caccia dall’11 gennaio 2019 (10 gennaio ultimo giorno di caccia)

Nel riportare integralmente il comunicato ufficiale appena giunto dalla Regione Toscana, la Confederazione Cacciatori Toscani chiede all’ Assessore Remaschi di assumere urgentemente le dovute iniziative necessarie per evitare la chiusura anticipata dell’ attività venatoria, come disposto dall’ ordinanza del Consiglio di Stato in attesa della discussione di merito che sarà affrontata dal TAR della Toscana.Al fine di evitare che la sospensiva impedisca la legittima attività venatoria e nelle more della sentenze del TAR della Toscana, invitiamo l’ Assessorato a presentare un provvedimento legislativo che garantisca la certezza del diritto ai cacciatori. Questa vicenda e più in generale i problemi della gestione Faunistico Venatoria in Toscana saranno al centro della discussione dell’ Assemblea generale della Confederazione Cacciatori Toscani convocata per oggi pomeriggio.

5/5 (3)

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here