Veneto, per il Consiglio di Stato è legittimo l’impiego dei cacciatori nei contenimenti

A ciò si deve aggiungere il ruolo e la rilevanza che assume una efficace e capillare attuazione dei predetti piani in riferimento al monitoraggio.

0
Domicilio delle armi

ContenimentiArci Caccia informa che, in riferimento all’appello presso il Consiglio di Stato n. 2018/4336 relativo alla richiesta di annullamento della DGR n. 598/2017 e, contestualmente, della richiesta di sollevare la questione di legittimità costituzionale – in ordine all’articolo 117, comma 2 lett. s) Cost – delle disposizioni di cui al comma 2 dell’articolo 17 della L. R. n. 50/1993 relative al concorso all’attività di controllo della fauna di operatori muniti di licenza per l’esercizio dell’attività venatoria, all’uopo espressamente autorizzati ad oggi da Province e Città Metropolitana di Venezia, direttamente coordinati dal personale di vigilanza dei medesimi Enti, con Sentenza n. 06014/2019 pubblicata in data 2 set 2019, il medesimo CdS ha disposto di respingere l’appello in parola, ritenendo altresì di non sottoporre a scrutinio la richiesta di sollevare la questione di legittimità di cui trattasi.

A fronte di ciò, la vigente formulazione del comma 2 dell’articolo 17 della L. R. n. 50/1993 risulta essere quindi pienamente legittima ed integralmente applicabile. Si evidenzia la necessità, rispetto a tale consolidato contesto normativo, di voler assicurare, rispetto all’ambito di specifica competenza e ruolo da parte delle Strutture e dei Soggetti in indirizzo, ogni utile sforzo per garantire una efficace realizzazione dei piani di controllo della fauna ad oggi in essere, con particolare riferimento alla necessità di contenere i danni a carico degli habitat ed agli istituti di protezione della fauna selvatica, i danni alle produzioni ed alle strutture agricole ed alle attività antropiche in genere e le problematiche connesse agli impatti della fauna con la viabilità e la circolazione veicolare.

A ciò si deve aggiungere il ruolo e la rilevanza che assume una efficace e capillare attuazione dei predetti piani in riferimento al monitoraggio – ed al possibile contenimento – di problematiche di carattere sanitario; a tal fine, si richiamano le precedenti comunicazioni di questa Struttura aventi ad oggetto la Peste Suina Africana e la West Nile.

4.81/5 (42)

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here