A Bergamo un workshop per ristoratori sulla cucina della selvaggina

Il percorso di "Selvatici e Buoni" prosegue con questo ulteriore e interessante evento in cui verranno approfondite tante tematiche.

0
Stagione venatoria
Trattamento della selvaggina

Cucina della selvagginaIl percorso “Selvatici e Buoni” prosegue con la valorizzazione della filiera alimentare: stavolta si è deciso di dare un’opportunità importante ai ristoratori, i quali potranno conoscere meglio le carni di grossa selvaggina. Si sta parlando del workshop organizzato a Bergamo, per la precisione presso la sede dell’ASCOM, per lunedì 12 marzo 2018. Dalle 15 alle 18 interverranno diversi relatori, tra cui il numero uno di Federcaccia Bergamo, Lorenzo Bertacchi.

Hanno garantito la loro presenza anche Maurizio Zipponi, presidente del comitato scientifico della Fondazione UNA, Antonio Sorice, presidente della Società Italiana di Medicina Italiana Preventiva, Paolo Lanfranchi dell’Università degli Studi di Milano. Inizialmente parlerà il professor Barbero dell’Università degli Studi di Scienze Gastronomiche di Pollenzo. Il suo intervento riguarderà la storia, la cultura e le tradizioni legate al consumo di selvaggina nel territorio alpino.

Sarà poi la volta di Roberto Viganò (Studio Associato AlpVet), il quale si occuperà degli aspetti nutrizionali e della valorizzazione della qualità delle carni. Un altro intervento sarà quello di Eugenio Demartini, ricercatore del Dipartimento VESPA dell’Università degli Studi di Milano, chiamato a discutere del marketing e degli aspetti economici che hanno a che fare con la selvaggina. Infine, Luca Pellicioli (Studio AlpVet) modererà il dibattito e il confronto finali.

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here