“Selvatici e Buoni”, a Bergamo il corso si chiude con 127 cacciatori formati

Le lezioni sono terminate a Clusone con uno show cooking che ha impreziosito la valorizzazione delle carni di selvaggina.

0
Selvatici e Buoni

Selvatici e BuoniSi è chiuso ufficialmente il terzo corso per cacciatori formati organizzato dalla Federcaccia di Bergamo: l’ultima lezione pratica presso il Ristorante “Selva di Gelso” di Clusone, locale in cui lo chef Ivano Gelsomino ha dato vita a uno show cooking dedicato alla valorizzazione delle carni di selvaggina. In particolare, sono state mostrate nel dettaglio tutte le fasi, dalla preparazione di tartare e carpaccio di daino e cervo.

Il cuoco ha sottolineato soprattutto le caratteristiche nutrizionali uniche di queste ricette. Il corso è stato caratterizzato da 5 lezioni e da 46 partecipanti provenienti dal Comprensorio Alpino Valle Seriana. Quest’ultimo si sta dotando di un’apposita cella frigorifera per garantire la giusta conservazione e la frollatura dei capi prelevati. Il corso fa parte delle azioni di formazione del progetto “Selvatici e Buoni”, il quale ha garantito la formazione di 127 cacciatori da ottobre a oggi, oltre ad alcune guardie della Polizia Provinciale.

I partecipanti hanno potuto contare su un manuale con immagini e slide. Nei prossimi mesi, comunque, ci saranno nuove iniziative con azioni rivolte ai macellai e ai ristoratori. La collaborazione del mondo venatorio è fondamentale, tanto è vero che sono stati raccolti campioni di materiale biologico che andranno a integrare il monitoraggio sanitario degli ungulati.

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here