A Bruxelles poste le basi per ricostituire l’Integruppo “Biodiversità e Caccia”

Si è svolto ieri l’evento dal titolo “Dialogo sul futuro delle campagne europee: uso sostenibile della terra, caccia e conservazione della natura”.

0
FACE

BruxellesSi è svolto ieri al Parlamento Europeo di Bruxelles l’evento dal titolo “Dialogo sul futuro delle campagne europee: uso sostenibile della terra, caccia e conservazione della natura”, organizzato congiuntamente dalla FACE (federazione delle associazioni dei cacciatori europei) e dalla ELO (associazione europea dei proprietari terrieri). Nell’occasione esponenti del mondo rurale da tutta Europa si sono confrontati con decine di parlamentari europei, ponendo le basi per la ricostituzione anche in questa legislatura dell’Intergruppo parlamentare “Biodiversità, caccia e campagne”.

All’evento ha partecipato anche il Capodelegazione di Fratelli d’Italia al Parlamento Europeo Carlo Fidanza, che si è lungamente intrattenuto con i rappresentanti del mondo venatorio italiano. “Il mondo rurale e il mondo venatorio devono trovare risposte nei prossimi cinque anni di mandato europeo. Si fa un gran parlare di sostenibilità e deve essere riaffermato il principio che proprio l’equilibrio tra l’ambiente e l’uomo con le sue attività tradizionali è la premessa per una vera sostenibilità.

Il resto è ideologia che finisce per danneggiare proprio l’ambiente che si vorrebbe difendere”, dichiara Fidanza. “E’ importantissimo che si riformi l’Intergruppo”, conclude Barbara Mazzali, consigliere regionale di Fratelli d’Italia in Lombardia. “La caccia è fondamentale per tutelare la biodiversità e le caratteristiche del nostro territorio. L’assenza o la scarsità di predatori, per esempio, rivoluzionerebbe completamente la fauna, mentre una regolamentazione selettiva aiuta l’ambiente a mantenere il suo equilibrio”.

4.65/5 (17)

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here