A Grosseto fanno discutere i vincoli informatici per i cacciatori di selezione

La CCT ha polemizzato con le scelte tecniche dell'Ambito Territoriale di Caccia, poco adatte all'età media dei cacciatori.

0
Cacciatori di selezione

Cacciatori di selezioneLa Confederazione dei Cacciatori Toscani (CCT) ha pubblicato una nota ufficiale per ricordare gli obiettivi da raggiungere e fare il punto su alcuni aspetti. L’associazione, di cui fanno parte Federcaccia, ANUUMigratoristi e Associazione Regionale dei Cacciatori Toscani, ha chiesto la modifica delle regole imposte dall’Ambito Territoriale di Caccia di Grosseto per la caccia di selezione.

Il rischio ipotizzato è quello di far aumentare i danni, visto che la confederazione non capisce come le scelte tecniche non abbiano tenuto conto dell’età media dei cacciatori e delle difficoltà dei più anziani nell’usare gli strumenti informatici. La carta sta progressivamente scomparendo per lasciare spazio ai mezzi digitali, un passaggio di consegne che viene visto come una provocazione, oltre che il segnale chiaro dell’assenza di indirizzi politici da parte del Comitato di Gestione dell’ATC.

L’associazione venatoria ha ribadito come i cacciatori di selezione siano fondamentali per il compito di interesse generale che svolgono, strettamente legato alla buona gestione del patrimonio faunistico. La richiesta finale è quella di modificare in maniera urgente e soprattutto equilibrata queste impostazioni, nel rispetto dei cacciatori che sostengono l’attività dell’Ambito dal punto di vista economico.

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here