A Rieti un convegno sulla caccia alla migratoria e l’importanza della raccolta dati

A Fara in Sabina verranno illustrate importanti relazioni tecniche su tordi, beccacce, tortore, allodole e quaglie.

0
Beccacce

Caccia alla migratoriaLa sezione provinciale di Rieti della Federazione Italiana della Caccia ha organizzato per la giornata di giovedì 31 agosto 2017 un convegno dal titolo “Caccia alla migratoria – L’importanza della raccolta dati”. L’evento si svolgerà dalle 9 alle 13:30, per la precisione a Fara in Sabina (presso Martini Eventi). Gli interventi saranno numerosi.

In particolare, dopo i saluti di Gianluca Troiani, vicepresidente di Federcaccia Rieti, e l’introduzione di Francesco Bonomo, vicepresidente dell’Unione Cacciatori Italiani Migratoristi (UCIM), si passerà alle relazioni tecniche della giornata. La parola passerà dimqie a Michele Sorrenti e Daniel Tramontana, tecnici del Centro Studi Federcaccia – Avifauna Migratoria. Gli approfondimenti riguarderanno il ruolo della scienza e della tecnologia al servizio della ricerca e dell’impegno dell’associazione venatoria per conoscere e gestire le specie.

Il focus riguarderà quaglie, allodole, tordi, beccacce e tortore. Subito dopo questi interessanti interventi, sarà la volta di Aldo Pompetti, numero uno di Federcaccia Lazio, e Carlo Hausmann, assessore regionale alla Caccia. La chiusura dei lavori verrà affidata al presidente provinciale di FIDC Rieti, Fiorenzo Panfilo. L’appuntamento è di sicuro interesse in vista dell’apertura della stagione venatoria 2017-2018.

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here