Allevatori continuano ad abbandonare le montagne stremati dalle predazioni dei lupi

ACR ed il presidente Berlato hanno chiesto un piano di contenimento dei grandi carnivori efficace.

0
Liguria
LupiQuello che temevamo è capitato. La paura del lupo e le sue continue predazioni hanno costretto gli allevatori ad arrendersi e ad abbandonare i loro territori. A Piandelmonte, Tassei e Ronce non ci sono più pastori, stremati dal continuo rinvenimento dei propri animali sbranati nonostante reti elettrificate e cani addestrati. Non esiste il lupo della favola della Walt Disney messo in scacco dai tre porcellini. Gli allevatori hanno bisogno di un piano di contenimento dei grandi carnivori efficace che permetta di gestire i lupi per il benessere dei nostri animali e per la cura dei nostri territori.
Se gli allevatori abbandonano il nostro territorio in pochi mesi avremo solo terreni incolti e abbandonati, che costringeranno gli stessi lupi ad abbandonarli per i centri urbani (On. Sergio Berlato – Presidente ACR Associazione Cultura Rurale).
3/5 (15)

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here