Arci Caccia: “Nelle Marche la caccia è martoriata dalle sentenze negative”

"Il Calendario Venatorio per questa stagione dovrebbe essere salvo in quanto sottoposto a valutazione d’incidenza".

0
Marche

MarcheNon c’è pace per i cacciatori marchigiani, non si riesce a mettere rimedio ai danni causati da una sentenza che subito un’altra tegola si abbatte sul mondo venatorio delle Marche. Adesso è questa nuova sentenza della Corte di Cassazione (pronuncia_258_2019) a mettere confusione in un quadro che negli ultimi anni si è dimostrato abbastanza caotico. Interpellato, il Presidente Regionale di Arci Caccia Marche ha dichiarato: “Purtroppo, questi ultimi sono stati anni di tribolazioni e incertezze per i cacciatori marchigiani.

Adesso questa nuova sentenza mette in discussione la legge sulla caccia e il Calendario Venatorio. Il Calendario Venatorio per questa stagione dovrebbe essere salvo in quanto sottoposto a valutazione d’incidenza, ma chiediamo comunque l’intervento della politica, chiamata a fornire certezza del diritto e tranquillità ai cittadini cacciatori.

5/5 (2)

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here