Caccia in Sardegna, chiesta apertura in deroga a febbraio

0

CACCIA: 18 CONSIGLIERI PDL, APERTURA IN DEROGA ANCHE A FEBBRAIO

Diciotto consiglieri regionali del Pdl chiedono all’assessore dell’Ambiente l’apertura a febbraio della caccia in deroga ad alcune specie migratorie. In una nota, primo firmatario Ignazio Artizzu, si ricorda che la sollecitazione ad emanare il relativo decreto era arrivata anche con una mozione sostenuta da 35 consiglieri di maggioranza e di opposizione.

  Riteniamo che la richiesta, oltre che essere supportata da adeguato e completo sostegno normativo, – si legge in una nota – sia la fedele interpretazione di cio’ che legittimamente il mondo venatorio richiede dopo anni di mortificazioni e limitazioni subite nel corso della precedente legislatura.

Non applicare la normativa sulla caccia in deroga significherebbe, oltre che deludere le legittime aspettative che 50 mila cittadini hanno riposto in noi. Durante la campagna elettorale di un anno fa, molti di noi, anche a nome del PdL, hanno assunto impegni precisi con il mondo venatorio; oggi intendiamo rispettare tali impegni, e manifestare sensibilita’ nei confronti dei cacciatori sardi, che oltre a rappresentare una consistente forza sociale sono anche il motore di una potenzialita’ economica i cui benefici ricadono interamente sul debole tessuto regionale, sia attraverso il pagamento di pesanti tasse, sia con l’indotto economico che l’esercizio della caccia comporta.

La nota e’ siglata, oltre che ad Artizzu, da Gianfranco Bardanzellu, Gianvittorio Campus, Rosanna Floris, Silvestro Ladu, Onorio Petrini, Antonio Pitea, Alberto Randazzo, Nicola Rassu, Carlo Sanjust, Paolo Terzo Sanna, Edoardo Tocco, Matteo Sanna, Oscar Cherchi, Eugenio Murgioni, Salvatore Amadu, Angelo Stocchino, Teodoro Rodin.

Fonte: Agi News

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here