Caccia in Toscana, approvato ufficialmente il calendario venatorio 2018-2019

Secondo la Confederazione dei Cacciatori Toscani il problema principale rimane ancora quello dell'allodola.

0
Caccia in Toscana

Caccia in ToscanaNella seduta del 9 luglio 2018 la Giunta Regionale ha approvato la Delibera 767 relativa al Calendario Venatorio 2018-2019, pubblicata poi sul sito ufficiale della Regione Toscana. Il provvedimento nel suo testo definitivo, non si discosta dalla proposta a suo tempo presentata dall’Assessore Remaschi. Per quanto riguarda lo svolgimento della pre-apertura come ogni anno, sarà una specifica deliberazione a decretarne tempi, specie e modalità.

Da sottolineare, come il Calendario approvato, rispecchi sostanzialmente l’impianto di quelli degli anni scorsi, e che la Giunta Regionale ha mantenuto ferma un’impostazione che ormai si è consolidata nella nostra Regione. Inoltre, sempre rispetto alla proposta presentata al mondo venatorio in sede di consultazione, è stata accolta anche la richiesta suggerita dalla Confederazione Cacciatori Toscani di mantenere, per la caccia al cinghiale in battuta, il rispetto dell’arco temporale di tre mesi così come previsto dalla Legge Nazionale 157/92; lasciando la discrezionalità per la scelta delle date di apertura e chiusura alle realtà territoriali.

Nota particolarmente negativa da evidenziare nel nuovo testo, la scelta di portare a 50 capi complessivi anziché 100, il carniere massimo stagionale per la specie allodola. Altro aspetto da evidenziare sempre in negativo, rimane la data dell’addestramento cani prevista per il giorno giovedì 23 agosto, quando la legge nazionale determina la data di apertura delle prove alla 3° domenica di agosto.

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here