Caccia: le precisazioni di Arci Caccia Marche sull’uso degli apparati radio

Il presidente Gabriele Sperandio ha fornito tutti i chiarimenti del caso per quello che è un argomento molto articolato.

0
Apparati radio

Apparati radioIl Presidente dell’Arci Caccia regionale delle Marche, Gabriele Sperandio, ha fatto chiarezza sull’uso degli apparati radio. Alcuni cacciatori fanno uso, durante l’attività venatoria, di apparati radio (LPD – PMR – CB) per comunicare tra loro. L’ utilizzo di alcuni apparati (PMR – CB) è soggetto al pagamento del contributo annuale di € 12,00 contestualmente alla presentazione della dichiarazione di possesso di cui all art. 145 del D.Lgs 259/2003 da presentare al Ministero dello Sviluppo Economico – Ispettorato territoriale Marche (Piazza XXI V Maggio, 2 – 60124 Ancona –AN-). La dichiarazione di possesso va presentata con raccomandata A/R da inviare al Ministero su indicato, corredata di attestazione di versamento della quota annuale di € 12,00 da versare sul c.c. postale n. 145607 intestato a: Tesoreria Prov. le dello Stato – Sezione di Ancona – Causale: Contributo CB – Radioamatori – cap. 2569/06 capo XVIII.

Tale pagamento può essere effettuato anche tramite bonifico bancario con stessa intestazione e causale sul conto IBAN: IT97 R076 0102 6000 0000 0145 607. La dichiarazione prescritta dall’art. 145, comma 3, del Codice delle comunicazioni elettroniche, corredata dai prescritti allegati indicati nella domanda stessa, va spedita un’unica volta e conservata in copia corredata dalla ricevuta della raccomandata di spedizione e del pagamento di €12,00 e potrà essere presentata in qualsiasi momento dell’anno. Per gli anni successivi al primo, il proseguimento dell’autorizzazione, avrà effetto con il semplice pagamento del contributo di € 12,00 entro il 31 gennaio di ogni anno (per pagamenti oltre il 31 gennaio, la quota dovrà essere maggiorata dello 0,50% per ogni mese o frazione di mese di ritardo e, trascorso il 31 dicembre senza aver effettuato il pagamento, la comunicazione decade).

Si precisa che gli apparati LPD (frequenza 433.070/433.550 MHz) come per esempio l’ALAN 507, non richiedono alcuna comunicazione per il loro utilizzo. Gli apparati PMR (frequenza 446 MHz) come per esempio Midland G7 e G9, e gli apparati CB, per il loro utilizzo, richiedono la presentazione della dichiarazione da presentare nelle modalità sopra indicate. Si precisa, altresì, che per l’utilizzo di apparati VHF e UHF si dovrà essere in possesso di autorizzazione generale di cui all’art. 104 c1 lett. c del D.Lgs 259/2003 e di patentino di radioamatore. SANZIONI: – Per l’utilizzo degli apparati PMR e CB senza la prescritta comunicazione, non è prevista sanzione, ma solamente segnalazione al Ministero dello Sviluppo Economico – Ispettorato territoriale Marche per mancato pagamento del contributo annuale. – Per il possesso e/o utilizzo degli apparati VHF e UHF senza la prescritta autorizzazione e/o patentino di radioamatore, è prevista la sanzione di cui all’art. 102 c. 2 del D.Lgs 259/2003 (sanzione pecuniaria da € 300,00 a € 3.000,00). Sperando di esserVi stato utile, porgo un saluto cordiale e resto a disposizione per ulteriori chiarimenti.

5/5 (4)

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here