Cani da caccia: l’alimentazione giusta durante la stagione fredda

Per assicurare il benessere del proprio amico a quattro zampe, anche in inverno bisogna prestare attenzione all'alimentazione

0
alimentazione-cane
Come alimentare il cane durante la stagione venatoria
alimentazione-cane
Come alimentare il cane durante la stagione venatoria
La salute del cane passa anche attraverso la corretta alimentazione, lo sanno bene i cacciatori che hanno un rapporto speciale con il loro amico a quattro zampe. Come sanno che il fabbisogno energetico di un cane da caccia non è sempre lo stesso durante l’anno. A seconda del periodo, il segugio sarà sottoposto ad uno sforzo diverso. Infatti, mentre nella stagione invernale a causa delle temperature basse il dispendio energetico è elevato anche nei giorni di riposo, nel periodo estivo, quando l’attività venatoria è ferma, l’impiego energetico sarà nettamente inferiore. Nonostante questa sostanziale differenza, non si deve dimenticare, che il metabolismo del cane atleta, in ogni fase dell’anno è nettamente superiore rispetto ad un cane da compagnia.
I segugi vanno a caccia più volte alla settimana per intere giornate, anche quando le temperature sono basse e il tempo non è clemente. Per questo motivo bisogna adottare delle accortezze particolari. Come detto in precedenza la loro dieta deve tenere conto di un dispendio energetico consistente, volto a proteggere il nostro amico a quattro zampe da stati carenziali che sul lungo periodo potrebbero creare dei problemi fisici, mettendo a rischio la sua salute.
alimentazione-cane
Cane in ferma

Ovviamente quando parliamo di alimentazione la scelta tra quella casalinga e quella industriale è personale, dipende molto dalle preferenze dei padroni. Se si sceglie quella casalinga, consultando un veterinario di certo si avranno le linee guida per creare un pasto equilibrato. In questo caso si deve prestare molta attenzione alle dosi di proteine, zuccheri, fibra, vitamine e sali minerali che variano in base all’età, al peso e alla forma fisica del cane.

Visto che le calorie servono per mantenere il peso e conservare le caratteristiche fisiche del segugio, queste devono essere suddivise nel modo corretto tra grassi, proteine e carboidrati. I grassi forniscono la più alta forma di energia. Le proteine devono assicurare digeribilità, mentre i carboidrati forniscono energia immediatamente disponibile.
alimentazione-cane
Cane durante una fase dell’attività venatoria

Quindi per i cani atleti nella prima parte della stagione, quando le temperature non sono ancora troppo basse, si può aumentare di circa il 20/30% l’alimentazione rispetto a quella del periodo estivo, quando il cane è fermo. Quando il freddo aumenta e si entra nel vivo della stagione venatoria il consumo sarà maggiore e il fabbisogno giornaliero del cane atleta aumenterà, inoltre durante il giorno di caccia si dovrà aumentare anche la quantità di cibo. La cosa importante è che i pasti in ogni caso siano sempre due.

Uno strappo alla regola si può fare quando le ore di caccia o di addestramento sono tante. In questo caso è possibile ricompensare l’impegno e la dedizione del nostro amico a quattro zampe con uno snack. La cosa importante è consultare un veterinario e decidere insieme la giusta alimentazione da somministrare al nostro fido compagno per assicurargli il massimo del benessere.

 

3.75/5 (4)

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here