Caccia: Lombardia, avviate procedure per le deroghe

0

Storno - Sturnus VulgarisCaccia: Lombardia, assessore regionale Fava rende noto che saranno avviate le procedure per le deroghe in materia di caccia.

Saranno avviate le procedure previste dalle norme di legge nazionali (articolo 19bis della Legge 157/92) e comunitarie (Direttiva Uccelli), per adottare le deroghe in materia di caccia. Lo ha annunciato l’assessore all’Agricoltura della Lombardia Gianni Fava alla Giunta. Un tema, quello delle deroghe, di grande interesse anche nella provincia di Brescia. In particolare, Regione Lombardia vuole sottoporre a Ispra (Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale) l’intenzione di autorizzare le Province a catturare uccelli selvatici appartenenti alle specie tordo bottaccio, tordo sassello, cesena, merlo e allodola, da cedere ai cacciatori come richiami vivi per la caccia da appostamento. Inoltre, la Regione intende attivare la procedura di deroga per autorizzare il prelievo di esemplari della specie storno (Sturnus vulgaris), per prevenire gravi danni arrecati dall’avifauna alle colture agricole.

Infine, sarà comunicata a Ispra anche la possibilità di autorizzare il prelievo in deroga del Fringuello (Fringilla coelebs) nella stagione venatoria 2014-2015, sulla base di richieste del mondo venatorio lombardo. A partire dalla data di invio, Ispra avrà tempo 40 giorni per dare un parere.

17 aprile 2014

Fonte: QuiBrescia

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here