CCT e ACMA, prosegue l’impegno per tutelare la caccia nel Padule di Fucecchio

Negli ultimi mesi è stato intrapreso da parte della Regione Toscana un percorso di rivisitazione dei regolamenti di gestione dell’area protetta.

0
Padule

PaduleIn corso il processo di revisione ed unificazione dei regolamenti delle Riserve regionali del Padule di Fucecchio e Lago di Sibolla. Negli ultimi mesi è stato intrapreso da parte della Regione Toscana un percorso di rivisitazione dei regolamenti di gestione dell’area protetta del Padule di Fucecchio e dell’area protetta del Lago di Sibolla, incluse le relative aree contigue, al fine di pervenire ad un nuovo regolamento di gestione unitario. La Confederazione Cacciatori Toscani e ACMA Toscana si sono subito per monitorare questo processo decisionale allo scopo di individuare eventuali criticità e per avanzare tutta una serie di proposte riguardanti la gestione ambientale e l’attività venatoria; anche sulla base delle valutazioni emerse dai fruitori di queste aree umide.

Le nostre proposte di modifica e integrazione alla bozza di nuovo regolamento sono state presentate in via preliminare nel “Tavolo di Confronto del Sistema delle Riserva Naturali del Padule di Fucecchio e del lago di Sibolla” e nella “Consulta Tecnica Regionale per le Aree Protette e la Biodiversità” dal Prof. Natale Emilio Baldaccini ,riscuotendo in generale un positivo riscontro. A questo seguirà una dettagliata relazione che verrà sottoposta all’attenzione di questo tavolo e dell’Assessorato all’ Ambiente.

La CCT e ACMA Toscana continueranno a lavorare affinchè questo processo di unificazione dei regolamenti sia un’occasione di miglioramento delle modalità gestionali di queste zone palustri, senza inutili penalizzazioni all’attività venatoria che si è dimostrata negli anni compatibile con le esigenze di conservazione e indispensabile per una corretta gestione ambientale di tali aree.

5/5 (1)

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here