Congresso di Arci Caccia Viterbo: si parlerà del prelievo venatorio del futuro

L'assemblea provinciale cercherà di unire il più possibile la categoria per riscattare il ruolo di tutti i cacciatori.

0
Arci Caccia Puglia

Arci Caccia ViterboManca ancora un giorno all’importante assemblea provinciale della sezione di Viterbo di Arci Caccia. Nel corso della giornata di domani, venerdì 8 luglio 2016, il Caffè Letterario viterbese ospiterà il congresso a cui prenderanno parte i delegati dei circoli territoriali, oltre al presidente nazionale dell’associazione, Osvaldo Veneziano, e al numero uno regionale Giuseppe Pilli. Di cosa si parlerà nello specifico?

Come spiegato da Tuscia Web, verranno approfonditi gli scenari futuri della caccia dopo il rinnovamento degli assetti istituzionali, senza tralasciare comunque l’equilibrio ambientale. Dovrà essere scelta la strada migliore da percorrere per la caccia del futuro, in particolare il modello organizzativo, in modo che le prossime generazioni possano fruirne pienamente nel rispetto delle tradizioni e delle caratteristiche sociali.

Si punta a unire il più possibile il mondo venatorio dal punto di vista dei propositi e delle azioni, cercando comunque di mantenere una certa diversità culturale per aprire una discussione con tutti i soggetti sociali e istituzionali. Secondo Arci Caccia Viterbo, il cacciatore ha bisogno di riscattarsi dal ruolo assegnato da “quel mondo litigioso e alla ricerca di ruoli di immagine che chiude gli occhi di fronte ai disastri ambientali”. Un riferimento importante dovranno essere gli Ambiti Territoriali di Caccia, improntando alla massima trasparenza le cacce tradizionali e quelle organizzate.

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here