Lombardia: la caccia in deroga a storno, peppola e fringuello è più vicina

La mozione dei consiglieri Sala e Rolfi è stata approvata, ora la Giunta è impegnata a ricorrere fino alla Corte di Giustizia dell'Unione Europea.

0
Passo migratorio

Caccia in derogaL’Associazione Cacciatori Lombardi (ACL) ha accolto con grande ottimismo l’approvazione della mozione sulla caccia in deroga in Consiglio Regionale. La notizia è stata accolta come una nota positiva molto attesa dopo tanti aggiornamenti negativi. A questo punto il prelievo venatorio in deroga è decisamente più vicino, ma la strada viene considerata ancora in salita. Con questa mozione è stato chiesto alla Giunta di adottare una delibera che autorizzi la caccia in deroga allo storno, al fringuello e alla peppola per quel che riguarda la stagione venatoria 2016-2017.

L’intervento è stato fatto da Alessandro Sala (gruppo “Maroni Presidente”), primo firmatario e consigliere regionale, insieme a Fabio Rolfi, consigliere della Lega Nord. I due consiglieri hanno espresso tutta la loro soddisfazione per il fatto che l’appello sia stato accolto.

Il voto favorevole dell’aula è un impegno importante, con la Giunta che dovrà ricorrere fino alla Corte di Giustizia dell’Unione Europea nell’ipotesi di ricorsi contro la delibera. Quello che serviva era chiarezza e finalmente è arrivata. Come sottolineato dai consiglieri Sala e Rolfi: “Una volta per tutte o si potrà cacciare queste specie o si saprà che non c’è nulla da fare. Questo è quello che chiedono i cacciatori che ogni anno attendono vanamente risposte in merito”.

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here