Elezioni 2018, FIDC Brescia: “Tra tsunami politico e tutela della caccia”

L'associazione venatoria provinciale ha commentato i risultati di domenica: i voti alla Lega fanno ben sperare.

0
Legittima difesa

Elezioni 2018La Federcaccia provinciale di Brescia è tornata ad aggiornare la prossima rubrica “Cacciapensieri” commentando i risultati elettorali di domenica scorsa. L’associazione venatoria ha parlato di uno “tsunami politico” che ha cambiato lo scenario del nostro paese, in cui gran parte dei voti sono andati al Movimento 5 Stelle e alla Lega. La percentuale grillina preoccupa, anche perchè sono note le posizioni del Movimento stesso in tema di caccia, ma allo stesso tempo il sostegno alla Lega fa ben sperare il mondo venatorio.

In effetti, Federcaccia Brescia ha ricordato le parole del leader del Carroccio, Matteo Salvini, in occasione dell’HIT Show di Vicenza, dichiarazioni favorevoli a tutti i possessori legali di armi. Inoltre, nei collegi bresciani sono stati eletti Maria Stella Gelmini, Stefano Borghesi e Marina Berlinghieri, tutti sottoscrittori del manifesto della caccia, documento in cui il ruolo dei cacciatori è ben chiaro.

Ora bisogna capire in che modo verrà formato il Governo e soprattutto il rispetto dei temi del manifesto. Il risultato in Lombardia è stato invece molto più chiaro, con un nuovo governatore della Lega e quattro consiglieri bresciani ben conosciuti dall’associazione venatoria. In particolare, tra questi c’è Viviana Beccalossi, già assessore regionale alla Caccia in passato.

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here