Emergenza lupi, Coldiretti Modena: “Rivedere quanto prima il piano nazionale”

L'associazione agricola ha chiesto a gran voce una maggiore tutela nei confronti di allevatori e allevamenti.

1
Cuneo

ModenaLa presenza di un lupo alle porte della città è una notizia che preoccupa anche se non meraviglia considerati i numerosi recenti avvistamenti in diverse parti della provincia. E’ quanto afferma Coldiretti Modena in relazione alla notizia dell’avvistamento di un esemplare di questo predatore in via Contrada a Modena. Purtroppo – sottolinea Coldiretti Modena – la diffusione di questi animali sta aumentando in modo preoccupante con conseguenze spesso nefaste per le aziende agricole che vedono mettere a rischio gli allevamenti ma anche per la popolazione civile.

Si tratta di una questione delicata che deve tenere in debita considerazione numerosi fattori a partire dalla sicurezza dei cittadini fino a quella degli agricoltori che devono poter svolgere le loro attività in piena sicurezza. È necessario afferma Coldiretti Modena che venga rivisto quanto prima il ‘Piano lupi nazionale’ di cui si discute da diversi anni per cercare di ripristinare una situazione di equilibrio. Serve – spiega Coldiretti Modena – responsabilità nella difesa degli allevamenti e degli allevatori che con coraggio continuano a presidiare il territorio e a garantire la bellezza del paesaggio. È necessario inoltre che vengano creati canali rapidi ed efficaci per garantire giusti indennizzi alle aziende che subiscono danni dai frequenti attacchi dei lupi.

5/5 (1)

Valuta questo articolo!

1 COMMENTO

  1. I Vari sostenitori che il Lupo và ancora protetto;mi sanno dire almeno con dati ufficiali certi e, incontestabili,qualè il D.A.F, in Italia DELLA SPECIE LUPO???
    Certo che per gli animalisti,è estremamente facile fare i sessualmente diversi con il fondoschiena altrui!!!!!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here